ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Piazza della Rivoluzione José Martí, L’Avana. Photo: Juvenal Balán

Qual’è il nostro  Martí?
Quanto è importante la vigenza del suo pensiero alla luce delle realtà e delle sfide dei momenti che viviamo?
Come devono apprendere i giovani  dal Maestro?
Qudste sono le domande che il quotidiano Granma ha lanciato ai suoi lettori come parte del concorso  Il Martí che conosco, che chiude il 20 gennaio, domani, la convocazione.
Con generi come la cronaca, il commento, l’epistola, il racconto, le poesie, i disegni, le caricature e il manifesto, molti hanno inviata la loro visione dell’Apostolo attraverso l’indirizzo elettronico:
concurso@granma.cu
o hanno consegnato personalmente il loro lavoro all’Indirizzo  Generale  Suárez y Territorial, municipio di  Piazza della Rivoluzione, L’ Avana.
I lavori non devono superare le 50 linee in Arial 14 e saranno valutati da una giuria prestigiosa formata da Marta Rojas, premio nazionale di Giornalismo José Martí e da Gustavo Robreño e Jorge Lozano, membri  dell’Ufficio del Programma Martiano.
I materiali vincitori saranno pubblicati in questo giornale. (Traduzione GM - Granma Int.)