ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Eduardo Roca : Photo El Ciervo Herido

L’assegnazione del Premio Nazionale delle Belle  Arti  2017 a Eduardo Roca Salazar (Choco)  ha riconosciuto la traiettoria di uno dei creatori più originali per il riflesso dell’identità insulare e l’innovazione nella tecnica  dell’incisione.
Scrivendo le fondamenta della decisione, la giuria presieduta da José Manuel Fors e formata da 14 note figure delle Belle Arti cubane, incaricata d’assegnare il premio più alto concesso dal Ministero di Cultura e dal Consiglio Nazionale delle Belle Arti, ha considerato l’impatto dell’opera di Choco nella visualità cubana contemporanea, la sua apprezzata presenza nei circuiti internazionali, il parere positivo della critica e il conseguente esercizio del suo magistero.
Nato a Santiago di Cuba nel 1949,  ha formato parte del contingente iniziale degli istruttori d’arte; poi è entrato nella Scuola Nazione d’Arte in Cubanacán. Da quando ha cominciato a diffondere i suoi lavori negli anni ’70, si è vista una marcata vocazione per rivelare la sua identificazione con le
chiavi etno-culturali della nazione e per il cammino originale delle sue espressioni.
Ha sviluppato la collografia nell’incisione del medio cubano sulla base di una appropriazione pittorica di questo procedimento consistente in incollare e inserire elementi da dipingere,  ottenendo spessori suggerenti.
L’opera del famoso  artista è stata presentata l’anno scorso in diverse esposizioni sia personali - come alla fine del 2016 “Equilibrio humano”, nella galleria Artemorfosis, di Zurigo, una delle esposizioni   più importanti della stagione  nel panorama delle belle arti della città svizzera - e  mostre collettive  come il progetto “Haciendo Puentes” presentato in Baltimora.
Le opere di  Choco sono presenti in Cuba  nel Museo Nazionale delle Belle Arti, nel Consiglio Nazionale delle  Belle Arti ,  nel Centro Culturale Pablo de la Torriente Brau, e nelle  istituzioni dell’Ufficio dello Storiografo della capitale, mentre all’estero si esibiscono in collezioni di musei e di fondazioni, negli Stati Uniti, Messico, Spagna, Francia, Germania, Giappone, Colombia, Argentina, Italia, Belgio e Gran Bretagna. ( Traduzione GM – Granma Int.)