ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

SANTA CLARA.- I 20 anni dal ritorno trionfale di Ernesto Che Guevara nella sua patria e a Santa Clara, nel luogo dove aveva stabilito il suo quartiere generale  e che Fidel aveva definito “Distaccamento di Rinforzo”,  sono fissati in 15 immagini che raccolgono i principali momenti di quella storica giornata, in un’esposizione che s’incornicia nelle commemorazioni per il 50º anniversario della sua morte in combattimento in terre boliviane.
Miguel Díaz-Canel Bermúdez, primo vicepresidente dei Consigli di Stato e dei Ministri ha partecipato all’inaugurazione dell’esposizione fotografica nella zona del Complesso Monumentale che si onora di portare i nome del Che a Santa Clara, mostra che riflette gli istanti dell’arrivo dei resti del Che e di vari dei suoi compagni e il loro trasferimento a Santa Clara.
La selezione ha considerato i momenti più trascendentali di quei giorni di lutto, come il ricevimento de parte della massima direzione della Rivoluzione, guidata da Fidel e il solenne percorso da L’Avana a Villa Clara, occasione in cui il popolo colmò le strade per salutare gli Eroi scomparsi.
Prima dell’inaugurazione sono stati annullati dal  Ministero delle Comunicazioni e dal Gruppo d’Imprese   Correos de Cuba, quattro francobolli che rappresentano il Diario del Che in Bolivia, la mappa della guerriglia, una foto con vari combattenti di quelle gesta e i monumento al Guerrigliero Eroico a La Higuera .
Erano presenti all’annullamento Julio Lima Corzo e Alberto Lopez Díaz,
presidente e vicepresidente del Consiglio di Difesa nel territorio. ( Traduzione GM – Granma Int.)