ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

NUOVA YORK.— Diplomatici accreditati presso la ONU e membri del movimento di solidarietà con Cuba hanno reso omaggio a Fidel Castro in Nuova York, durante una veglia che ha incluso la presentazione di un libro e una mostra fotografica sul leader rivoluzionario.
La Missione permanente di Cuba presso le Nazioni Unite è stata la sede dell’omaggio nella notte di mercoledì , durante la quale ambasciatori e funzionari di America Latina, Africa, Europa e Asia, con attivisti residenti nella Grande Mela hanno ricordato Fidel.
L’attivista Julio Pabón ha presentato il suo libro  “Knockout”, che offre dettagli della visita realizzata nell’ottobre del 1995 nel Sud del Bronx dal leader storico della Rivoluzione Cubana, che è morto nel novembre scorso.
Pabón ha commentato che l’allora sindaco della città, Rudolph Giuliani, non aveva invitato il mandatario a una cena di benvenuto in onore dei capi di Stato che partecipavano a un vertice per il 50º anniversario delle Nazioni Unite e in risposta a quell’offesa i membri della comunità di Puerto Rico lo avevano ricevuto nel Bronx.
«Ci furono molte pressioni per far sospendere quell’incontro, ma non cedemmo, e ricordo che quando Fidel giunse là (al Jimmy's Bronx Cafe) sentimmo un’energia molto positiva, di quelle che trasmettono solo amore», ha detto l’autore di Knockout,  promotore della storica visita.
L’agenzia Prensa Latina ha esposto 16 foto che mostrano momenti della vita e dell’opera di Fidel Castro  (13  agosto  1926-25 novembre del 2016), e suoi incontri con personalità mondiali, il suo contatto con il popolo dell’Isola e il suo amore per lo sport.
Le istantanee appartengono all’archivio di milioni d’immagini accumulate dall’Agenzia latinoamericana di notizie dalla sua fondazione, nel 1959.
La rappresentante permanente cubana presso la ONU, Anayansi Rodríguez, ha ringraziato per la numerosa partecipazione alla veglia ed ha segnalato il legato del Comandante in Capo della Rivoluzione Cubana.
In una dichiarazione a Prensa Latina, durante la veglia, l’ambasciatore venezuelano, Rafael Ramírez,  ha definito  Fidel Castro  «uno dei giganti della storia e un costruttore di questo futuro migliore possibile  per l’umanità».
Anche il rappresentante permanente dell’ Angola, Ismael Gaspar Martins, e l’osservatore palestinese presso la ONU, Riyad Mansour, hanno risaltato l’apporto del leader rivoluzionario alla lotta per l’indipendenza e la giustizia per i popoli oppressi. ( Traduzione GM – Granma Int.)