ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Manifesto dell’esposizione

Un centinaio di opere di 40 artisti sulla cultura d’origine africana e la sua influenza in Cuba e nelle regioni vicine, sono esposte da l 28 luglio al 2 ottobre nell’ Edificio d’Arte Cubana, del Museo Nazionale delle Belle Arti.
La mostra che s’intitola Senza maschere, arte afrocubana contemporanea, centra la sua attenzione in due grandi linee tematiche: le tradizioni culturali e religiose d’origine africana nell’Isola delle Antille e i principali conflitti relazionati con la questione razziale.
Wifredo Lam, Belkis Ayón, Eduardo Roca, René Peña, Moisés Finalé, Lázaro Saavedra, Alexandre Arrechea e Juan Roberto Diago, sono alcuni dei creatori   che apportano opere a questa  mostra, che si ammira in tre sale dell’edificio d’Arte Cubana.
Come parte della mostra, nei vestiboli delle sale temporanee del secondo e  del terzo piano si proiettano otto documentari della regista, investigatrice, sceneggiatrice e produttrice cubana, Gloria Rolando e si apprezzano una trentina di istantanee del fotografo Roberto Salas.

Edificio dell’Arte Universale

Sino a sabato 23 settembre, al 4º piano dell’edificio d’Arte Universale del Museo Nazionale delle Belle Arti, il pubblico potrà visitare la mostra intitolata Resistenza, dell’artista nordamericano Ben Jones (Patterson, 1941),  che visita Cuba per la prima volta.
Conseguente con la sua militanza nei movimenti in difesa dei diritti civili negli Stati Uniti, l’artista afroamericano, che si considera un frutto del suo tempo, ci fa intravedere nei suoi dipinti e nelle sue installazioni, riflessioni attorno a temi tanto importanti come la sopravvivenza umana di fronte alle catastrofi che l’ambiente subisce, come  si legge nel sito Cubarte, del Ministero di Cultura.
Fortemente influenzato dall’arte africana e dei detti “codici della negritudine”, Ben Jones pone della sua opera espressioni della cultura Yoruba presenti in Cuba e Brasile. Ugualmente l’artista tratta nella sua opera la violenza razziale.
Oltre alla sua traiettoria come creatore, Ben Jones ha realizzato un intenso lavoro come professore, curatore, promotore e assessore culturale, attivista sociale e comunitario.
Le due mostre fanno parte delle attività estive concepite dal Museo per arricchire la cultura di cubani e stranieri ( Traduzione GM - Granma Int.)