ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

MATANZAS.–Gli storiografi di questa provincia hanno elogiato l’esempio ispiratore del leader storico della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro, investigatore insaziabile, che per tutta la sua vita ha segnalato l’importanza di preservare la memoria storica del paese.
Questo è stato segnalato nella cerimonia di commemorazione per il 35ºº anniversario della filiale di Matanzas dell’Unione Nazionale degli storiografi di Cuba (UNHIC), la prima costituita nel paese.
Nella giornata di ricordo realizzata nel Museo Provinciale Palacio de Junco, è stata scoperta una targa per ricordare l’avvenimento ed è stata inaugurata un’esposizione di documenti conservati negli archivi della filiale di Matanzas.
Juana Ortiz Ricardo, presidente della UNHIC territoriale,  ha valutato la trascendenza di mantenere viva la memoria della Patria e il ruolo dei membri della filiale provinciale, votati all’investigazione e all’insegnamento della storia.
«Sono già trent’anni nella difesa della cultura storica», ha sostenuto, facendo una sintesi del lavoro realizzato, ed ha poi precisato che una nazione senza memoria storica è una nazione perduta.
«È necessario incontrare i metodi più attraenti possibili per avvicinare le nuove generazioni alla storia», hanno suggerito altri storiografi nell’incontro e sono stati  citati i risultati più notevoli dell’Organizzazione in questi anni.  
Sono anche stati riconosciuti coloro le cui investigazioni si sono fatte notare  a livello provinciale e nazionale  (Traduzione GM  - Granma Int.)