ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Copertina del disco di Waldo Mendoza.

CIEGO DE ÁVILA.— Waldo Mendoza ha definito il libro-disco Época de amar, presentato nel IV Simposio Nazionale del Patrimonio Sonoro, come una maniera didattica e utile per l’insegnamento della storia.
Mendoza, uno degli autori con Alex Díaz, ha spiegato che il volume raccoglie una  selezione della corrispondenza che si scambiarono  Simón Bolívar e Manuela Sáenz, che inizia il testo e l’album, formato da dieci temi ispirati dalle lettere amorose tra i due.
Poi ha annunciato che  prossimamente si metterà a disposizione di  scuole Università del paese, un audiovisivo che raccoglie il contenuto di  Época de amar, perchè non si conosce in tutta la grandezza la storia d’amore tra
Bolívar e «la liberatrice del Libertador», come la battezzò lo stesso Eroe, dopo che nel settembre  del 1828, a Bogotá, lei gli salvò la vita, rivelandogli un complotto per assassinarlo .
«Quanto abbiamo realizzato sino ad ora  — ha detto Mendoza— formerà parte di un progetto più ampio nel quale si mescolano anche la fotografia, la danza contemporanea e le belle arti che hanno avuto come fonte d’ispirazione queste lettere».
La presentazione di relazioni che riguardano la preservazione delle registrazioni patrimoniali delle emittenti nazionali della radio cubana; le azioni radiofoniche per promozionare tra i giovani il patrimonio musicale e il bolero dei cantautori  come patrimonio sonoro di Sancti Spíritus,  formano ugualmente parte dello scambio nel Simposio, che rende omaggio ai 120 anni dell’arrivo del cinema in Cuba e al 65º anniversario della fondazione dell’emittente provinciale di Ciego de Ávila, Radio Surco. (Traduzione GM – Granma Int.)