ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Ciego de Ávila— La spiritualità torna a crescere in questi giorni tra i libri che aprono le loro pagine agli appassionati che s’interesseranno a ogni titolo, in ogni lettura, perché quando uno dà avita alle pagine stampate è come se respirassero e sussurrassero all’orecchio.
La 26ª Fiera Internazionale del Libro è giunta in questa provincia e gli abitanti avranno a loro disposizione, sino al giorno 19, 1500 titoli letterari e 500 novità, delle quali 13  pubblicate dalle  Ediciones Ávila.
Heriberto Rodríguez, direttore del Centro Provinciale del Libro a Ciego de Ávila, ha detto a Granma che apriranno 24 punti e ci saranno incontri teorici, con presentazioni in luoghi come l’Unione degli Scrittori e Artisti di Cuba, la Casa del Giovane Creatore e la Biblioteca Provinciale Roberto Rivas Fraga.
I lettori potranno acquistare volumi di diverse tematiche e generi, come letteratura per bambini, scienze sociali, sport, letteratura di fiction, ricette di cucina e i dizionari   Cervantes e Básico Escolar,  divenuti strumenti di lavoro per alunni e maestri.
I testi giungeranno anche nei centri universitari e penitenziari, per portare anche lì il meglio della letteratura nazionale e universale.
Ediciones Ávila  presenta  /Bajo el cielo de la independencia (Fidel en Ecuador)/, dell’avilegno José Antonio Quintana; /Bolas en el aire/, una raccolta di  commenti pubblicati da Félix Flores Varona; /Kashmir/, del avanero Alberto Garrandés, e /Otá Okán/, del cienfueguero Luis Enrique Ramírez Cabrera.
La Fiera, che è dedicata alla figura di Armando Hart Dávalos con il Canadà paese  invitato d’onore, percorrerà l’Isola sino al prossimo 16 aprile e concluderà nella provincia di  Santiago de Cuba. ( Traduzione GM – Granma Int.)