ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Granma

I giornalisti cubani renderanno omaggio all’Apostolo José Martí e al lesder della Rivoluzione Fidel Castro, nel contesto della Giornata della Stampa, che si festeggerà in tutta l’Isola dal 5  al 14 marzo.
Premi Nazionali di Giornalismo, personalità del sindacato e la presidenza dell’ Unione dei Giornalisti di Cuba (Upec) ricorderanno nel cimitero Santa Ifigenia, a Santiago de Cuba, questi due grandi uomini che consideravano i media di massa strumenti imprescindibili per  fare Rivoluzione.
In una conferenza  stampa è stato detto che i professionisti della parola rifletteranno sul pensiero di Marti in Fidel e su come sua la conoscenza sul progetto rivoluzionario dell’Eroe Nazionale gli permise d’elaborare il suo programma di lotta presentato nell’allegato *La storia mi assolverà*.
Inoltre si realizzerà un omaggio speciale a caricaturisti e grafici del fumetto, perchè Fidel sempre apprezzò la loro utilità e considerò l’umorismo come uno strumento essenziale per il trionfo delle idee rivoluzionarie.
Durante l’incontro è stato precisato che si renderanno pubblici i nomi dei vincitori del Premio Nazionale di Giornalismo José Martí e dei vincitori del Premio annuale di Giornalismo Juan Gualberto Gómez, per i quali esistono  33 e 64 nominati, rispettivamente.
Bárbara Doval, vicepresidente della Upec, ha segnalato che tutte le delegazioni del paese hanno inviato le loro proposte, eccetto Artemisa, e ha sottolineato che  le province più rappresentate nei lavori sono state Matanzas, Cienfuegos, Villa Clara, Sancti Spíritus e Santiago de Cuba.
Juana Carrasco presiede la giuria formata da 16 prestigiosi  giornalisti di vari media.
Juana Carrasco  ha segnalato che selezionare i vincitori è un compito complesso e lo è ancora di più se si tratta del Premio Nazionale di Giornalismo José Martí, per l’opera di tutta  la vita; tutti i candidati in un modo o in un altro si possono considerare premiati, ha aggiunto.
“Questo lavoro richiede ore di attenzione, cercando in questo giornalista un lavoro eccezionale che apporti in maniera significativa alla stampa rivoluzionaria che sognarono tanto  Martí e Fidel.
Dal 1992, ogni 14 marzo si celebra il Giorno della Stampa cubana in omaggio al primo numero del quotidiano Patria. fondato e diretto da José Martí con l’intenzione di diffondere l’impegno indipendentista tra i cubani e portoricani. ( ACN/Traduzione GM – Granma Int.)