ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Premio Nazionale di Scienze Sociali e umanistiche. Photo: Juvenal Balán

La sala Nicolás Guillén ha accolto, sabato 1º febbraio, importanti intellettuali dell’Isola, amici e compagni dello storiografo e lavoratori dello stesso Ufficio che lui dirige, che si sono riuniti per festeggiare chi ha dedicato tutta la vita ad esaltare la cultura e l’identità nazionale.
Perchè  Leal è stato un cultore e un eterno innamorato di Cuba “Patria amatissima”, come lui stesso ha dichiarato.
Con la presenza di Abel Prieto Jiménez, Ministro di Cultura; Juan Rodríguez Cabrera, Presidente dell’Istituto Cubano del Libro e del Comitato Organizzatore della Fiera del Libro 2017, tra le altre personalità, si è svolto questo incontro molto atteso da tutti noi che ammiriamo l’opera e il lavoro di Eusebio Leal, un ferreo difensore del nostro patrimonio, fedele erede del suo predecessore il Dottor Emilio Roig de Leuchsenring.
La giuria, presieduta dalla Dott.  Ana Cairo Ballester, ha assegnato il Premio al Dottor Leal per la sua comprensione del Scienze Sociali e delle Umanità, con il loro carattere integrale nel quale si articolano gli impatti sociali, colturali ed economici. Per il suo apporto alla conservazione e rivitalizzazione sociale de L’Avana come città, con la moltiplicazione al resto delle città del paese.
Per il lavoro pedagogico non solo attraverso una vasta docenza, ma  anche per la sua diffusione attraverso la radio, la televisione e  lo scambio personale.
Con una vasta opera saggistica e analitica sulle più differenti sfumature che rappresenta l’essere cubano, Eusebio Leal Splenger ha ottenuto questo Premio Nazionale di Scienze Sociali che si somma a un lungo elenco di distinzioni nazionali e internazionali che avallano la sua estesa traiettoria alla guida dell’ Ufficio dello Storiografo di Città de L’Avana, ma soprattutto la sua passione per il riscatto del nostro Patrimonio . (Habana Radio/ Traduzione GM – Granma Int.)