ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
*Clave de sol* nella Llauradó. Foto: Cortesia de Nicolás Dorr

Trentadue anni dopo la sua prima, torna sui palcoscenici di Cuba *Clave de sol* del noto  drammaturgo e Premio Nazionale di Teatro, Nicolás Dorr.
Sarà un’opportunità, come assicura il  suo autore,  per confrontare la  sua vigenza, non solo tematica,  ma estetica.
*Clave de sol* è un’opera in cui si fondano la tragedia e la comicità, il realismo e l’assurdo, la lucidità tematica e l’immaginazione sfrenata.
Una donna ricca attrae vari esseri interessati che desiderano solo ottenere questi benefici. Una domestica, una giovane amante e alcuni amici, tutti mossi dalla promessa malsana di ottenere quello che appartiene alla falsamente prodiga signora, uno stravagante piano,  la mela della discordia, un angelo castigatore che solfeggia in chiave di sol e un rabbioso uomo del pubblico ci offriranno un finale inatteso.
Crudeltà, delitti, umor nero e un’atmosfera grottesca sostentano una situazione insolita con personaggi che nonostante la loro rabbiosa attualità risultano ugualmente e disgraziatamente insoliti.
La produzione del progetto teatrale Nelson Dorr, si presenta in questo fine settimana nella sala Adolfo Llauradó. (SE/ Traduzione GM - Granma Int.)