ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
L’architetta Isabel Rigol. Photo: Yaimí Ravelo

L’architetta Isabel Rigol Savio ha vinto il Premio Nazionale del Patrimonio Culturale, nella sua quinta edizione, per i suoi meriti e la sua carriera professionale in circa 40 anni di lavoro ininterrotto a favore del patrimonio nazionale e universale.
È stata elogiata anche la sua funzione di direttrice per quattro decenni del Centro Nazionale di Conservazione, Restauro e Museologia (Cencrem), del Ministero di Cultura.
La giuria ha considerato anche che ha fatto parte di importanti progetti di restauro ne l’Avana Vecchia, come il Convento di Santa Clara e la Plaza Vieja, e di altre zone storiche, come il memoriale Vicente García di Las Tunas e i piani di conservazione di Gibára, tra l’altro.
Il suo vasto curriculum avalla i molti meriti della premiata nel suo paese e all’estero.  Ha ricevuto negli anni  la distinzione per la cultura nazionale nel 1991, e quella della  Federazione Panamericana degli Architetti al miglior lavoro pubblico in America Latina e nei Caraibi, nel 1996.
L’architetta Rigol, che è la prima donna che riceve questo premio, ha detto di sentirsi onorata “quando ci sono tanti professionisti in Cuba con simili condizioni”, ed ha espresso la sua disposizione per un maggior impegno per il futuro.
“Alla mia età questo riconoscimento è utile”, ha detto ed ha ricordato quanto ha influito nella sua carriera l’insigne disegnatore, incisore e critico  Jorge Rigol, suo zio, una persona indimenticabile con il quale ha sempre avuto una speciale comunicazione.
“La consegna del  Premio Nazionale del Patrimonio Culturale per l’opera della vita avverrà ufficialmente il18 aprile prossimo, Giorno Internazionale dei monumenti e dei luoghi storici”, ha informato Gladys Collazo, presidente del Consiglio  Nazionale di Patrimonio Culturale.  (Traduzione GM – Granma Int.)