ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Foto: Radio Cubana

Considerato una leggenda della radio in Cuba, Luberta Noy era nato il 27 settembre del 1931, nel quartiere di Pogolotti,a L’Avana, si legge nel portale della Radio cubana.
Da giovane lavorò come copista di libretti radiofonici e ad adattamenti per programmi televisivi. Membro del Movimento 26 di Luglio nella clandestinità, andò in esilio in  Venezuela.  Nella sua carriera fu brillante come militante del Partito Comunista di Cuba - PCC – e nella sua condizione di membro fondatore del Sindacato Nazionale dei Lavoratori della Cultura.
Luberta, com’è stato sempre chiamato nella radio, è stato l’artefice principale del programma umoristico musicale *Alegrías de Sobremesa*, di Radio Progreso, uno spazio popolare che ha scritto per più di 55, anni facendo sorridere e pensare.
Ha vinto un gran numero di premi del ICRT, la UNEAC, il ministero di Cultura, il Consiglio di Stato della Repubblica di Cuba.
Di recente, ricevendo la medaglia Commemorativa del 60º anniversario delle  Forze Armate Rivoluzionarie (FAR), aveva detto: “Ho sempre fatto quello che dovevo fare nel momento in sui lo si doveva fare, senza aspettarsi niente in cambio. Ma ho vissuto con il privilegio di ricevere molti onori e questa  medaglia 60º anniversario delle FAR, ed è un orgoglio, un punto d’arrivo degli anni vissuti e ringrazio il Partito, il governo e il popolo che in definitiva è il protagonista di tutto”.
La sua sensibilità e l’amore gli permisero di  creare una bella famiglia, amante dei mezzi audiovisivi. Il suo operato artistico è stato sempre ispirato dal popolo e Luberta è stato sempre circondato da amici fedeli, nelle presentazioni di *Alegrías de Sobremesa* nelle fabbriche, nelle scuole, nel cooperative e negli zuccherifici e, nel 1983, come parte della Brigata Artistica Cubana che percorse da  “Cabinda a Cunene”, tutta la geografia angolana per far sì che i nostri soldati internazionalisti avessero un contatto con la Patria.
Alberto Damián Luberta Noy, Premio Nazionale di Radio e Premio Nazionale d’umorismo per l’opera di tutta la vita, per la sua allegria, i suoi insegnamenti, il suo legato d’amore all’universo radiofonico, e un invariabile impegno con Cuba e la Rivoluzione.   
Tutte le condoglianze per la perdita di questa gloria della cultura nazionale alla Radio cubana e ai suoi familiari e amici. (Traduzione GM - Granma Int.)