ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

In occasione del 164º anniversario della nascita del nostro Apostolo, ieri martedì 24, il Dottore in Scienze Storiche Mario Mencía Cobas  ha offerto nella Casa dell’Alba Culturale la conferenza: “Martí nell’essenza patriottica del pensiero e della pratica rivoluzionaria di Fidel Castro”.
Il Dottor Eugenio Suárez Pérez, direttore dell’Ufficio dei Temi Storici del Consiglio di Stato ha pronunciato le parole d’apertura ed ha chiamato alla riflessione sulle idee di Martí e sul parallelismo dell’essenza ideologica e strategica in Martí e in Fidel.
“Fidel Castro Ruz, vetta della gioventù del centenario martiano, è la personificazione simbolica della pratica e del pensiero  prolifico all’avanguardia del processo rivoluzionario cubano e soprattutto del nostro Eroe Nazionale», ha detto il  giornalista e professore titolare dell’Università de L’Avana, Mario  Mencía Cobas.
Il Comandante in  Capo, nei suoi 90 anni ha avuto innumerevoli occasioni per dimostrare che non è stata una frase populista la sua risposta al pubblico ministero durante lo svolgimento del processo per i fatti di Santiago di Cuba e di Bayamo nell’estate del 1953, quando gli chiesero chi era stato l’autore intellettuale di quei fatti e lui disse chiaro e forte: José Martí.
Mario Mencía  ha segnalato che la disposizione d’offrire la propria esistenza per  i progetti rivoluzionari  e ideali è stata la traccia comune di questi due uomini universali della nostra storia.
“Fidel è sopravvissuto ad ogni incontro con l’imperialismo a più di 600 attentati contro la sua vita”.
“La discrezione d’eseguire differenti azioni e l’utilizzo del fattore sorpresa sono stati parte della pratica rivoluzionaria di Martí e di Fidel, e dimostra le radici del processo rivoluzionario realizzato”.
“Le opere, gli articoli giornalistici, le riviste e i libri sono numerosi  e permettono di realizzare un profondo parallelo tra Fidel e Martí, ma senza dubbio è un’ utopia restringere il pensiero dei due grandi”.
“Il Comandante in Capo possedeva un’essenza unica del patriottismo storico dei grandi leaders e dei combattenti delle nostre gesta indipendentiste: il pensiero di Martí, la disposizione di Céspedes, il machete di Maceo, la dedizione di Agramonte, la forza di Gómez.  Tutto questo caratterizza un solo uomo: Fidel Castro Ruz”, ha segnalato l’investigatore al termine della sua applaudita conferenza. ( Traduzione GM – Granma int.)