ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

MAYARÍ ( Holguín) - Pancho Amat, che ha ricevuto il Premio Nazionale della Musica 2010, ha elogiato il lavoro del comitato organizzatore del Festival dei Gruppi del Son , un incontro musicale che nella sua XXVI edizione , continua a rafforzare la diffusione del genere e riunisce artisti che lo fanno in diverse forme.

Il famoso suonatore di Tres al quale è stato dedicato l’appuntamento, ha distinto in maniera speciale Los Taínos de Mayarí, un’orchestra che ha appena compiuto 60 anni ed è una sorta di fata madrina di questa festa divenuta una tradizione.

Tra le attive giornate alle quali ha partecipato il carismatico artista, una è stata trasformata in un’amena lezione pratica grazie alle sue dissertazioni sulle origini e sullo stato attuale del Son cubano, alla quale è seguita un’attuazione del gruppo Vocal en Serio.

I ballerini e gli altri amanti del genere che sono andati nella Piazza Centrale di Mayarí, sono stati animati dai membri dei settetti Santiaguero e Mayacuba, la Sonora Soles del Son, Los Guayaberos, Los Karachi, la Avilés, Caribe Girl e El niño y la verdad, tra i tanti.

La direttrice municipale di Cultura, Arecelis Mustelier, ha detto alla stampa che il Festival realizza il concetto di soddisfare le necessità spirituali delle persone usando la musica cubana con evoluzione, ma senza rinunciare ai suoi valori patrimoniali.

Questa vision ha animato ugualmente spazi di pensiero dei quali un esempio importante è la conferenza impartita dal presidente dell’Unione degli Scrittori e Artisti di Cuba a Santiago di Cuba, Rodulfo Vaillant, che ha parlato della musica tradizionale in quella provincia. ( Traduzione GM - Granma Int.)