ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Ancora una volta il sipario si aprirà alla danza, dando spazio al 25º Festival Internazionale del Balletto de l’Avana “Alicia Alonso”, che accoglierà famosi ballerini, coreografi, maestri professori, specialisti e personalità di paesi dell’America Latina, Europa, Stati Uniti e Caraibi, che hanno già confermato la loro partecipazione dal 28 ottobre al 6 novembre per questo incontro iniziato nel 1960.

In una conferenza stampa con la partecipazione della direttrice del BNC, Alicia Alonso, che presiede l’evento, quest’anno il tema dello stesso è una messa a fuoco delle 25 edizioni che sono state un campo fertile per la creazione artistica.

La celebre ballerina ha dato il benvenuto ai partecipanti e ha detto: “Il Festival è alle porte e mi sento rara, e anche se il tempo passa, mi sento sempre come se cominciassi a vivere…”.

Nella sede principale della Sala Garcia Lorca, ogni notte si presenteranno gala e programmi; nell’inaugurazione con la tradizionale sfilata ci sarà una sceneggiatura del maestro Alberto Méndez con la prima mondiale assoluta di “Oscurio”, di Anabel López Ochoa; poi la gala anniversario 90 di José Parés (il 29); quella dedicata all’anniversario 175 di Giselle (il 2 novembre), e quella di chiusura (il 6 de novembre)… Si sommano pas de deux di artisti cubani e invitati. Ogni giorno sarà in scena una delle compagnie invitate.

I CLASSICI E MOLTO DI PIÙ

In questo tradizionale appuntamento ci saranno i classici /Don Chisciotte/ e /Il lago dei cigni/ nella Sala Avellaneda del Teatro Nazionale, con figure cubane celebri: Viengsay Valdés, Anette Delgado, Sadaise Arencibia, Grettel Mo­re­jón, Ginet Moncho, Joel Carreño, Dani Her­nández, Osiel Gouneo, Javier Torres, che in occasioni balleranno con famosi invitati come María Kochetkova (American Ballet Theater/San Francisco Ballet), tra i tanti…

Ci saranno molte stelle della danza: Aurelie Dupont/Hervé Moreau (Opera di Parigi), Ashley Bouder/Joaquín de Luz (New York City Ballet), Brooklyn Mack (Washington Ballet), Mary Carmen Catoya (Arts Ballet Theatre of Florida), Melissa Fernández, Mario Espinoza, Liván Verdecia (Balletto Ispanico di Nuova York); Semyon Chudin (Ballet Bolshoi, Russia), Lucía Solari (Northern Ballet), María Ricetto/Gustavo Carvalho (Balletto Nazionale dell’Uruguay SODRE), Michaela De Prince (Dutch National Ballet, Olanda), Dugaraa Altan­khuyag (Balletto Nazionale della Mongolia), Hwang Hye Min, Lee Don­gtak, Kang Mi Sun e Konstantin No­voselov (Universal Balletto, Corea del Sud), Daniel Proietto (Balletto Nazionale della Norvegia), Laura Valentín (Balleteatro Nacional di Puerto Rico), Enrique Corrales/ Javier Rojas (Acosta Danza, Cuba)…

Tra i gruppi: la Martha Graham Dance Company, Dance Americana, diretta dal coreografo Justin Peck con grndi nomi del danza e il Balletto West, degli USA ; Les Grands Ballets Canadiense, Diretto Gradimir Pankov, e il Buenos Aires Ballet (Argentina). Per Cuba è invitata la Compagnia Irene Rodríguez.

Tra le esposizioni spiccano /La Danza immaginata, pitture e sculture/ del celebre coreografo cubano Alberto Méndez in prima assoluta, e /Belleza olvidada/, fotografie di Pilar Rubí (Spagna),nel vestibolo del GTH Alicia

Alonso. /El alma de la danza/, di Landy Mesis (nel hotel Parque Central), / Nell’Olimpo cubano/, pitture e fotografie di Nancy Reyes e /Tras bambalinas/, foto di Leysis Quesada (nel vestibolo della Sala Avellaneda) tra le tante. Inoltre si annullerà un francobollo dedicato al 25º Festival. ( Traduzione GM – Granma Int.)