ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Dopo un restauro generale, il teatro Avellaneda accoglierà la cerimonia d’apertura della più importante manifestazione teatrale cubana. Photo: Miguel Febles Hernández

Camagüey – Si avvicina la giornata inaugurale del XVI Festival Nazionale di Teatro, la notte di domani sabato 1º ottobre, e tutta la città, soprattutto il centro storico ribolle tra i preparativi dell’ultimo momento e la logica tensione perché nulla resti alla spontaneità.
Prima di tutto è stata risistemata l’infrastruttura teatrale della città, una delle più complete del paese, con una decina d’istituzioni completamente ristrutturate, come nel caso dell’emblematico teatro Avellaneda, dove si terrà l’apertura ufficiale con il gruppo Buendía nell’opera Éxtasis.
“La città potrà disporre di questo teatro, con 500 lunette, recuperato in pessime condizioni e riparato con un moderno sistema di luci e audio, oltre alle sue eccellenti condizioni acustiche e dei macchinari”, ha assicurato  José Elías Gomero Abella, presidente del Consiglio  Provinciale delle Arti di Scena.
Vicino al Avellaneda, in una felice coincidenza, si scoprirà nella stessa serata, una scultura dell’artista camagüeyano Sergio Roque, in onore di Gertrudis Gómez de Avellaneda, considerata una delle più importanti voci femminili delle lettere ispano-americane del XIX secolo.
Con lo stesso entusiasmo hanno lavorato i gruppi teatrali della località, cinque dei quali (Teatro del Viento, Teatro D’Luz, Teatral Teatro, Teatro La Comarca y Guiñol de Camagüey) condivideranno i palcoscenici con il resto dei 28 gruppi che parteciperanno rappresentando 11 province dell’Isola.
“Non siamo già più quella città che accoglieva il Festival e giungeva all’appuntamento con una proposta sola… ora siamo  davvero parte dopo L’Avana! Camagüey è la provincia di maggior rappresentatività nell’ evento!, ha spiegato  Freddys Núñez de Estenoz, direttore artistico della festa teatrale.
“Stavolta, ha detto, il Festival è stato organizzato in cinque segmenti: Teatro per adulti, Teatro familiare( per bambini), Teatro di Strada, Derive spettacolari (opere che scommettono su una diversa maniera di comunicare con il pubblico) e Città anfitriona, riservato alle compagnie locali.
L’appuntamento teatrale durerà sino al 9 ottobre prossimo, con 86 opere teatrali, alcune realizzate dalle istituzioni cuturali per promuovere l’arte nelle piazze e nelle strade della città patrimoniale, privilegiata per i suoi valori architettonici, storici e culturali. ( Traduzione GM - Granma Int.)