Il film ”El accompagnante” opta per l’Oscar e il Goya › Cultura › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Fotogramma di El Acompañante, Armando Miguel Gómez (sin.) e Yotuel Romero (dest) sono i protagonisti.

Il film *El acompañante* (2015) di Pavel Giroud è stato scelto per rappresentare Cuba nella gara per le nomine ai Premi Oscar e Goya dell’Accademia del Cinema degli USA e della Spagna, rispettivamente.
Il portale *Cubacine* ha informato che il comitato per la selezione, coordinato dall’Istituto Cubano d’Arte e Industria Cinematografiche  (ICAIC), è stato formato dai registi  Marilyn Solaya, Leandro de la Rosa e Marcel Beltrán, e dai critici  Joel del Río e Frank Padrón.
La pellicola di Giroud , nato a L’Avana nel  1972, —come si segnala nel documento della giuria — è stata eletta in virtù della “sua capacità di comunicare efficacemente con lo spettatore.... partendo da una storia tessuta con notevole efficacia narrativa, potere umanista e personaggi commoventi.
“El acompañante” conferma il talento del regista per erigere un cinema diafano e convincente in tutti gli aspetti della realizzazione, dalle virtù del disegno di produzione alle interpretazioni e al tema musicale.
Tra i vari films aspiranti c’erano : *Bailando con Margot* di Arturo Santana; *Café amargo* di Rigoberto Jiménez; /*La cosa humana* di  Gerardo Chijona; *Cuba libre*di Jorge Luis Sánchez; *Esteban*di  Jonal Cosculluela/, e *Leontina* di Rudy Mora.
*El acompañante*, è un dramma di 104 minuti  che si svolge nel decennio del 1980 e racconta la storia di un campione di pugilato , Horacio Romero, (interpretato da Yotuel Romero, cantante del gruppo *Orishas*),  che sconta la sua condanna per doping come accompagnante di Daniel (Armando Miguel Gómez, *Conducta*, *La emboscada*), paziente di VIH.
Una particolarità del film, con la sceneggiatura di Giroud e Alejandro Brugués (*Juan de los Muertos*) è che presenta bene il problema del Sida, non lo pone al centro dell’azione, ma pone enfasi in questioni universali come la lotta per i sogni e l’amicizia.
Il film è stato presentato nella XXXVII edizione del Festival Internazionale del Nuovo Cinema Latinoamericano come produzione  indipendente ed ha contato sull’appoggio del  Programma Ibermedia, 5ta Avenida Prod y Sinergia.
In quel momento, all’uscita dalla proiezione dalla sala Chaplin, , Giroud aveva detto a Granma che lui scommetteva sempre sull’intrattenimento perchè fare una pellicola seria non significa annoiare.
*El Acompañante* è il terzo  lungometraggio di fiction  di Giroud, preceduto da  *Tres veces dos* (2004) -nel quale  diresse il primo racconto dei tre del film, gli altri di Lester Hamlet e Esteban Insausti); *La edad de la peseta* (2007)  nominato al Goya, e *Omerta* (2009), premio Coral nella categoria di Miglior Sceneggiatura Inedita nel Festival de L’Avana nel 2015, tutti prodotti dal   ICAIC.
La prima proiezione  commerciale di *El acompañante* è avvenuta in Francia. In questo mese di settembre  si presenterà in Cuba.   (Traduzione GM – Granma Int.)