ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Centro Culturale Bariay. Photo: Tomada de Radio Angulo

HOLGUÍN.— Ubicato tra i più grandi del suo genere nel paese, il Centro Culturale Bariay, amministrato  dall’impresa di Registrazioni e di Edizioni Musicali ( Egrem), ha iniziato i suoi lavori alla fine di giugno con un concerto di   Alexander Abreu y Havana D´Primera.
Questo famoso musicista con il suo gruppo ha inaugurato l’ampio e moderno palcoscenico dell’installazione lunga 15 metri per 11 di larghezza, dotata di una passerella che forma un secondo livello.   
Carlos Lam Mora, principale dirigente della  Egrem nel territorio, ha detto che l’area che si trova davanti può assumere alternativamente due formati, uno per 600 persone sedute  con sedie attorno a tavolini e l’altro, quando lo spazio è dedicato al ballo, ospita 4000 persone.
Con un costo di  250 000 CUC, i sistemi di luci del tipo Led e l’audio con più di 30 kiloWatts di potenza, costituiscono novità tecniche capaci di garantire le presentazioni di ogni genere d’elenco, ha assicurato Lam.
La priorità va alla programmazione culturale con orari d’apertura dal mezzogiorno. La domenica mattina è dedicata ai bambini e alle bambine mentre gli altri giorni alternano attività per giovani, anziani e gruppi amanti di generi musicali specifici.
L’ampia installazione ospita alcuni bar, ristoranti, caffetterie, punti per grigliate e pizzeria,  oltre a un negozio di Artex che vende prodotti del Fondo Cubano dei Beni Culturali.
L’investimento è stato di tre milioni di pesos e ha permesso il recupero di aree verdi, installazioni sportive, scuole e altri locali della zona di questo complesso culturale dove prima sorgeva il Cabaret Bariay e tutto questo ha apportato miglioramenti sostanziali alla città di  Holguín, dove si trova. (Traduzione GM Granma Int.)