ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Archivo

L’attore e regista  cinematografico Jorge Perugorría fa parte di un gruppo di  683 personalità incorporate all’esclusiva  Accademia delle Arti e le Scienze  Cinematografiche degli Stati Uniti , la stessa che assegna ogni anno i  premi Oscar.
Tra i nuovi membri latinoamericani ci sono anche il regista colombiano Ciro Guerra, il cineasta messicano Israel Cárdenas, la dominicana Laura Amelia Guzmán, e i cileni Patricio Escala e Gabriel Osorio,  vincitori qust’anno del Oscar al miglior corto metraggio  con Storia di unOrso.
Inoltre gli  argentini Cecilia Roth (attrice), Lucrecia Martel e Lucía Puenzo (registe) e Félix Monti (direttore della fotografia).
Tra i nuovi membri 283 non sono statunitensi e appartengono a un totale di 59 paesi.
“Questa  classe 2016 continua  il nostro impegno a lungo tempo di dare il benvenuto al talento straordinario che riflettono coloro che lavorano oggi nel cinema”, ha detto la presidente dell’Accademia, Cheryl Boone Isaacs.
L’edizione degli Oscar quest’anno ha suscitato forti critiche perchè i nominati includevano solo attori bianchi per il secondo anno consecutivo  e i pochi nominati che non lo erano in altre categorie.
La Boone Isaacs aveva già annunciato che avrebbe adottato misure per aumentare la diversità tra i votanti dei premi Oscar, che sono generalmente anziani, bianchi e maschi.
L’obiettivo dell Accademia è aumentare la quantità tra i membri delle donne e delle minoranze etniche al 20% per il 2020 e di eliminare i membri che superano i dieci anni d’inattività nell’industria.
La classe  2016 farà sì che la proporzione delle donne nell’Accademia cresca al 27% e degli attori non bianchi al 11%. ( Traduzione GM – Granma Int.)