ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il politologo argentino Atilio Borón ha indicato la Rivoluzione Bolivariana come il punto di partenza di una serie molto importante di trasformazioni nella regione. Photo: Jose M. Correa

Il X Congresso Internazionale Università 2016, che è iniziato martedi 16 nel Palazzo delle Convenzioni, è uno spazio per la concertazione e il dialogo accademico tra 2500 professionisti di 60 paesi attorno ai problemi più acuti dell’educazione superiore.

Sono stati momenti speciali le conferenze “Le sfide dello sviluppo economico e sociale inclusivo in America Latina e nei Caraibi”, “Il ruolo innovatore dell’ Università” del politologo argentino Atilio Borón, e “Verso il perfezionamento del sistema d’educazione generale, politecnica e del lavoro in Cuba”, di Ena Elsa Velázquez Cobiella, ministra d’Educazione di Cuba.

Oggi mercoledì 17 sono continuati i seminari, le tavole rotonde, i dibattiti, le conferenze magistrali ed è stata presentata un’esposizione associata all’incontro con uno scenario perfetto per la presentazione dei risultati delle investigazioni e l’innovazione scientifica delle università.

Il Congresso inoltre continua la discussione d’alto rigore in 19 laboratori, che riguarda tra i tanti temi la qualità dell’educazione superiore e la formazione dei suoi professionisti, gli studi dopo la laurea, le sfide dell’innovazione e l’estensione universitaria, la sicurezza e la sovranità alimentare, il lavoro delle organizzazioni studentesche e le virtù nell’insegnamento superiore. (Traduzione GM – Granma Int.)