ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Archivo

Sabato 13 febbraio la rivista culturale El Caimán Barbudo celebrerà i suoi 50 anni e lo farà in un incontro con i suoi lettori nel Salone di Maggio del Pabellón Cuba.

Giornalisti. editori e direttori di diverse tappe realizzeranno un dibattito per animare una chiacchierata sulla pubblicazione in cui da quel marzo del 1966 e sino ai nostri giorni molti giovani provano le loro armi o meglio le loro anime, nel suo collettivo.

In questo incontro si presenterà l’edizione 390 di El Caimán Barbudo.

Tra gli articoli di questo numero: “Chago entre líneas, silencios y cajones” di Caridad Blanco de la Cruz, “Teresa Parodi: Me voy de boca siempre que hace falta” intervista alla grande cantautrice argentina, di Fidel Díaz.

“Alberto Rodríguez Tosca. Hacia los orígenes del porvenir”, un profundo omaggio al poeta recentemente scomparso scritto da Joaquín Borges-Triana. “Una de las criaturas más libres” intervista al giovane cantautore Yunier Pérez di Bladimir Zamora Céspedes.

La Cuerda floja, sessione della musica alternativa di Humberto Manduley dedicata a Yusa presenta “Vitrola alternativa: Un espacio que revitaliza la radio cubana” di Roberto Reyes.

Inoltre questa emblematica rivista presenta molti altri articoli sulla critica, la letteratura e l’arte.

Non mancherà la Trova, la fedele compagna della pubblicazione, che giungerà con due tra le più nuove e importanti voci cubane: Annie Garcés, il duo Iris e Yunier Pérez. ( Traduzione GM – Granma Int.)