ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Mick Jagger con i lavoratori del ristorante Sangri La Photo: Estudio Revolución

L’emblemático cantante dei Los Rolling Stones, Mick Jagger, è giunto in qusto fine settimana a L’Avana ed ha visitato vari luoghi storici e l’Hotel Santa Isabel, nel Centro Storico, che ha già accolto figure internazionali del mondo della musica e del rock and roll.

Jagger, di 72 anni, è giunto nella capitale cubana con uno dei suoi figli, ha confermato a Granma una dipendente dell’Hotel, ed ha visitato luoghi come il club SangriLa, nel municipio Playa.

Il leader dei Rolling Stones non è passato inosservato per le strade della capitale e molti ammiratori cubani e stranieri lo hanno fotografato ed hanno cercato di avvicinare il cantante degli Stones, una leggenda viva del rock and roll.

Il musicista britannico è a L’Avana in un viaggio privato, ma i motivi della sua visita possono avere relazione con il concerto che i Rolling Stoles vogliono offrire a Cuba nel loro prossimo giro inAmerica Latina.

La notizia di queste conversazioni è stata diffusa in un’intervista con il chitarrista del gruppo, Keith Richards, che ha parlato della possibilità di relizzare il concerto nel prossimo mese di marzo, nello Stadio Latinoamericano, a L’Avana.

“Ci piacrebbe visitare Cuba, adesso che la situazione sta cambiando. È un luogo in cui sono stati fatti grandi passi culturali per il mondo intero. Sarebbe sicuramente interessante andare là, perchè è un posto nuovo per noi e sicuramente saremo una novità per loro. I negoziati avanzano e quando ci sarà la conferma lo faremo sapere”, ha detto il leggendario chitarrista.

Richards ha rivelato inoltre che il bassista attuale dei Rolling Stones, Darryl Jones ha molto influito nell’interesse dalla banda di presentarsi sulle scene cubane.

Jones ha suonato a Lavana con la banda The Dead Daisies composta da “mostri” del rock and roll nel febbraio scorso, quando aveva assicurato che avrebbe convinto Mick Jagger a far sì che i Rolling Stones suonassero per la prima volta in Cuba. ( Traduzione GM – Granma Int.)