ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Alfonso Múnera, Segretario Generale dell’Associazione degli Stati dei Caraibi. ha parlato, sabato 4 luglio, a Santiago di Cuba della necessità di conoscere la cultura dei popoli caraibici e difendere i loro valori.

“Se vogliamo che i nostri popoli si uniscano nonostante le diversità, è necessario conoscerli meglio e scoprire le sfumature che ci articolano e riguardano differenti espressioni dell’arte e la cultura popolare e tradizionale”, ha sottolineato Múnera, durante la conferenza inaugurale del Colloquio “I Caraibi che ci uniscono”, nella Festa del Fuoco, che si svolgerà sino giovedì 9 a Santiago di Cuba.

Durante l’incontro che si è svolto nel complesso culturale Heredia, della Città Eroina, Múnera ha raccontato alcune delle sue esperienze a Cartagena, la sua città natale e in altre zone della regione che avallano l’allegria, la musicalità, il ritmo e altre caratteristiche che sono proprie delle nazioni dei Caraibi e le fanno uniche al mondo.

“Il carnevale, ha detto, è una sintesi profonda della nostra personalità e mi entusiasma molto la creazione in questo Festival della Rete dei Carnevali dei Caraibi, che raggrupperà una rappresentazione significativa di festeggiamenti del genere nell’area, come quello di Santiago di Cuba.

L’occasione è stata speciale per la presentazione dei numeri 62 e 63 della Rivista dei Caraibi, che include lavori di 16 autori dedicati al 500º anniversario della fondazione della città che si celebrerà il prossimo 25 luglio.

Poco prima dell’inizio del Colloquio, Daniel Johnson, Ministro di Gioventù, Cultura e Sport delle Bahamas e Julián González, Ministro di Cultura di Cuba, hanno parlato della possibilità di stabilire nel futuro degli incontri culturali tra i due paesi, che rinforzeranno gli attuali vincoli esistenti.

( Traduzione GM - Granma Int.)