Alle porte il VI Festival delle Arti › Cultura › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il VI Festival delle Arti dell’Università delle Arti si svolgerà dal 23 al 29 marzo nei più diversi scenari della capitale cubana.

Progetti guidati da giovani creatori confluiranno in molteplici spazi accademici e culturali, per mostrare ai differenti pubblici le loro costruzioni sulla realtà che li circonda.

Abituali piattaforme come il “Centro Culturale Bertold Brecht” o il Teatro Mella saranno occupati dall’ampio programma del Festival che sarà presente anche in Calle G (da calle 11 a calle 23), nel Parco Centrale o nel Boulevard de Obispo, perchè nessuna delle preoccupazioni dell essere umano è estranea all’artista che espone nei suoi dialoghi con la società i pretesti per la composizione o l’interpretazione della sua opera.

Da citare, la 2ª Giornata del Giovane Conservatore e Restauratore, essenziale per lo scambio tra specialisti di questo settore, il Concorso “Danza.mov”, che osserva le maniere in cui la danza è interpretata attraverso l’audiovisivo e il Concorso “Imago”, in cui nuovi realizzatori di audiovisivi del paese mostrano le loro più recenti produzioni.

D΄ Dos, Anilé Solís y su banda, Claudia Portuondo y Soul, La Luz, To está bien, Arte Con(m)unidad, Laboratorio di Sperimentazione Sonora Sonidocínico (Argentina), La Quinta Rueda, Ensemble Interactivo, Botellapapel e Día de los Muertos, l’esposizione fotografica “La Maldita circostanza del fuoco da tutte le parti”, costituiscono alcuni dei progetti accolti in questo VI Festival delle Arti, iniziativa che rivoluziona le dinamiche degli studenti di cinque facoltà, del Centro degli Studi di Conservazione, Restauro e Museología e delle filiali dell’Università.

Per il Dr. C Rolando González Patricio, rettore dell’Università delle Arti, nel percorso dell’istituzione verso l’eccellenza, questo Festival è imprescindibile e forse è uno dei più importanti che fomentiamo, per la comunicazione diretta che stabiliscono gli alunni con gli spettatori e i loro ambienti, per la maniera in cui il centro si ribalta sulla società, esercizion necessario per la formazione di quell’essere umano migliore che la nostra contemporaneità necessita.

Questo Festival scommette, dal riconoscimento dell’altro, dalle inquietudini, dalle alleanze con i creatori, gli invitati e i laureati della nostra Università, sulle più differenti manifestazioni e d estetiche per l’arte e la cultura.

In questa occasione il Festival delle Arti sarà dedicato soprattutto ai 70 anni dalla fondazione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’ Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO), al 50º anniversario della creazione della Scuola di Danza e al X Congresso dell’Unione dei Giovani Comunisti –UJC. (Traduzione GM – Granma Int.)