ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il pianista cubano Marcos Madrigal ha appena iniziato un giro in Italia, dove offrirà tre concerti con l’ Orchestra  Filarmonica Marchigiana.

Il primo concerto lo offrirà nel  Teatro delle Muse, ad Ancona, poi suonerà nel teatro Rossini, di Pesaro, e domenica  16  novembre nel Teatro Gentile, a Fabriano.

Madrigal interpreterà la  Rapsodia su un tema di Paganini per piano e orchestra, opus 43, del compositore russo Serguei Rachmaninov,  che gli ha dato molto successo nella sua carriera, perchè, dicono gli specialisti, questo artista unisce la complessità tecnica all’eleganza e alla fluidità.

Il maestro italiano Federico Mondelci dirigerà l’orchestra, alla quale si unirà il pianista dell’Ucraina Vitaly Pisarenko, nel programma intitolato “Incontro con Rachmaninov”.

Il prossimo 21 novembre, il virtuoso pianista cubano offrirà un concerto con musica del disco “Classico Napoletano” per l’Associazione Italia - Austria di Roma.

In questa occasione, condividerà il palcoscenico con il soprano Letizia Calandra e il chitarrista  Riccardo Medile.

Il primo ballerino del  New York City Ballet Joaquín de Luz ha confessato d’aver ballato  l’opera “Other dances”, di Jerome Robbins, accompagnato da specialisti in Chopin, ma che mai aveva ballato così bene come a L’Avana, con l’accompagnamento di  Madrigal.

De Luz, originario della Spagna, ha definito la relazione del suo collega della compagnia  Ashley Bouder e la sua personale con il pianista, come “un dialogo favoloso”.

Numerosi festival e concorsi, a Panamá, Costa Rica, Italia, Svizzera, Spagna e Cuba hanno concesso premi all’eccellenza interpretativa di Madrigal, i cui concerti in Gran Bretagna, Argentina, Colombia, Italia e altri paesi ottengono sempre un grande successo (Traduzione GM - Granma Int.)