ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Internazionalisti in Angola, Cuba ha contribuito decisamente alla liberazione dell’Angola. Photo: Archivo

Il Presidente dell’Angola, João Manuel Gonçalves Lourenço, ha segnalato   durante un incontro con i combattenti internazionalisti cubani, l’eterna gratitudine del suo popolo per l’Isola.
Durante l’incontro  sono stati ricordati quei tempi di lotta per l’indipendenza di questo paese africano con il quale l’isola grande delle Antille ha una profonda relazione di amicizia, solidarietà  e cooperazione, che «è stata resa sacra ed eterna quando  i due popoli hanno sparso i loro prezioso sangue per difendere i più nobili ideali dell’essere umano : la libertà e il diritto di seguire il proprio destino, come ha detto il mandatario angolano.
Il presidente João Manuel Gonçalves Lourenço, che ha appena ricevuto la più alta decorazione della Repubblica di Cuba, ha segnalato che i due popoli «si unirono in un’alleanza indistruttibile e vinsero su tutti i fronti le poderose forze che cercavano d’impedire con l’aggressione e la guerra, l’affermazione dell’indipendenza dell’Angola, la liberazione della Namibia e del Sudafrica
dagli artigli del apartheid».
L’Operazione Carlota in Angola, dall’ agosto del 1975 a maggio del 1991, quando l’ultimo gruppo di combattenti ritornò, fu la risposta del Governo cubano alla richiesta d’aiuto del  leader storico del  Movimento per la Liberazione dell’Angola  (MPLA), Agostinho Neto, per l’aggressione perpetrata dal regime del apartheid sudafricano e dai suoi alleati interni ed esterni, per impedire l’indipendenza della nazione africana, sconfiggere il  MPLA e occupare il paese.
In tutte quelle missioni intervennero  385.908  cubani, e tra loro morirono 2 398 combattenti compiendo il loro dovere internazionalista.
Nessuno di loro andò alla ricerca di gloria personale, nè di ricchezza: li muoveva solo il desiderio d’essere utili, essere fedeli alla Rivoluzione ed essere all’altezza del tempo in cui toccò loro vivere. ( GM – Granma Int.)