ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Perfezionare il testo del progetto della Legge Elettorale è rendere più invulnerabile il cammino vittorioso della Rivoluzione Cubana. Photo: Ariel Cecilio Lemus

I deputati cubani hanno evidenziato la loro preparazione professionale e l’impegno con il popolo e la Rivoluzione, utilizzando l’esercizio democratico che caratterizza il nostro sistema sociale come protagonisti in dibattiti che hanno arricchito l’analisi del Progetto di Legge Elettorale.

Alina Balseiro Gutiérrez, presidente della Commissione Elettorale Nazionale, che è stata presente in tutte le analisi realizzate nelle sessioni, ha considerato che l’ampiezza, il linguaggio comprensibile e rispondere alle esigenze di questi tempi sono caratteristiche del documento.

Rispetto alla futura norma giuridica, Ana María Mari Machado, vice presidente dell’organo legislativo cubano, ha sottolineato nella riunione realizzata nella provincia di Sancti Spíritus, che si tratta di una versione migliorata e di perfezionamento, non di rottura.

PIÙ INVULNERABILE DI FRONTE AGLI ATTACCHI DEL NEMICO

Perfezionare il testo dell’importante documento è rendere più invulnerabile il cammino vittorioso della Rivoluzione Cubana di fronte agli attacchi del nemico ha reiterato il deputato José Luis Toledo Santander, presidente della Commissione dei Temi Costituzionali e Giuridici dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare (ANPP).

In questo processo di consultazione sono state reiterate le proposte negli articoli 5 e 10, rispetto al diritto cittadino al voto e sulla inabilitazione del deputato in un periodo di tempo dopo la revoca delle sue funzioni.

La deputata di Villa Clara, Ania María Aparicio, ha considerato che non era necessario ribadire nell’Articolo 6 il diritto dei membri delle istituzioni armate di partecipare come elettori nei differenti processi ma questo, secondo Toledo Santander e Balseiro Gutiérrez, si fa precisamente per costituire una particolarità cubana, compresa a sua volta nella Costituzione.

Gli acapite dal 7 al 9 hanno generato molti interventi nella riunione della regione occidentale, realizzata nel Centro d’Ingegneria Genetica e Biotecnologia (CIGB), con la partecipazione di Esteban Lazo Hernández, presidente della ANPP.

È stato precisato che tutti i dubbi, le proposte e le riflessioni saranno considerate dal gruppo di lavoro responsabile del progetto di legge per, tra gli altri obiettivi, non entrare in contraddizione con altre norme vigenti, evitare confusioni e realizzare le precisioni pertinenti come nei casi del diritto al voto attivo, così come la necessità di categorizzare il termine di residenza previsto negli articoli 7 e 9 per esercitare il voto ed essere eletto, rispettivamente.

Un argomento reiterato è stato l’importanza del vincolo permanente delegato- elettore.

Un’altro dei temi promossi a L’Avana è stato quello dell’età per l’elezione a delegato delle Assemblee Municipali e a deputato, fissate in 16 e 18 anni, in quest’ordine.

Pur considerando che ci possono essere limiti come la mancanza di maturità, l’esempio che sì è possibile era presente nella stessa riunione con la deputata del Municipio di Jovellanos, Leidymara Cárdenas Isasi, la più giovane dell’attuale Legislatura.

LEZIONI DI ETICA

Per mantenere l’ordine del dibattito in quanto all’articolato del progetto di Legge e la sua futura portata, vale la pena segnalare che a Sancti Spíritus è stato analizzato l’articolo 21 che modifica la proporzione stabilita dalla norma vigente (Legge 72) per l’elezione dei deputati, partendo dalla quantità di abitanti dei municipi.

Se si approverà la nuova proposta la ANNP sarà formata da 474 deputati - dei 605 attuali - una riduzione, ha detto Toledo Santander, che in qualche modo danneggerà la rappresentatività sociale che distingue oggi il Parlamento, dove sono presenti scienziati e contadini.

Toccando il tema dell’attualizzazione e il funzionamento del Registro Elettorale, indicato nel Titolo IV del Progetto, ha definito come una forza del nostro paese la fedeltà dello stesso, che si realizza d’ufficio con l’iscrizione immediata di tutti i cittadini che rispondono ai requisiti stabiliti per esercitare il loro diritto al volto senza necessità di passaggi addizionali.

Toledo ha ricordato che in altri luoghi milioni di esseri umani non esistono in maniera ufficiale, non possono votare ed è anche impossibile per loro calcolare la propria età, perchè non sono stati iscritti alla nascita, una realtà che contrasta con quella di Cuba dove il 99% dei bambini sono annotati nello stesso luogo dove nascono.

Nella riunione nel CIGB, il deputato Pablo Odén Marichal, segretario esecutivo del Consiglio delle Chiese di Cuba, si è felicitato con quanto è compreso nell’articolo 86, «Fondamenta etiche che guidano l’attuazione delle autorità elettorali», che nella sua opinione sono un richiamo totale all’obbedienza dei valori e dei principi morali dalla lealtà alla Patria, al rispetto delle eleggi, alla trasparenza e l’austerità.

La preoccupazione della deputata Yolanda Gómez Cadalso, di Cabaiguán, Sancti Spíritus, sulla possibilità d’ampliare l’orario della votazione stabilito tra le 7.00 e le 18.00 nell’articolo 97, è stata dissipata nella riunione, dato che il Progetto permette al Consiglio Elettorale Nazionale di variare o

estendere questo limite in una o in varie circoscrizioni «quando cause di forza maggiore lo consigliano».

PRECISIONI

- Il progetto di Legge Elettorale è formato da 290 articoli, 16 Títoli, 45 Capitoli, 32 Sezioni e in quanto alle Disposizioni, cinque sono speciali, sei transitorie e due finali.

- Il nuovo testo, una volta in vigore derogherebbe la Legge numero 72, Legge Elettorale , (29 ottobre del 1992), così come il Titolo II «Del Registro degli Elettori», del Decreto Legge 248, del 31 agosto del 2007.

- Più di 650 persone hanno partecipato alla presentazione del Progetto di Legge Elettorale, tra le quali i presidenti delle commissioni elettorali provinciali e municipali, i rappresentanti dell’Unione dei Giuristi di Cuba a differenti livelli, i rappresentanti delle direzioni di Giustizia, delle assemblee provinciali del Potere Popolare e dei mezzi di comunicazione di tutto il paese.

 - Il Progetto di Legge e la sue Fondamenta sono disponibili nel sito ufficiale dell’Assemblea Nazionale (www.parlamentocubano.gob.cu) ed è

stato abilitato l’indirizzo di posta elettronica - leyelectoral@anpp.gob.cu - per far sì che i cittadini che lo desiderano inviino le loro opinioni, che saranno adeguatamente valutate dalla Commissione Redattrice.

- Con questa nuova proposta, l’attività legislativa continua dando i passi necessari per completare quanto è convalidato dalla Costituzione.

19 giugno: Presentazione in videoconferenza ai deputati del progetto di Legge Elettorale.

21 giugno: Dibattito dei deputati di Santiago di Cuba, Guantánamo

22 giugno: Dibattito dei deputati di Holguín e Las Tunas.

23 giugno: Dibattito dei deputati di Camagüey e Ciego de Ávila.

24 giugno: Dibattito dei deputati di Sancti Spíritus, Villa Clara

25 giugno: Dibattito dei deputati di Artemisa e Pinar del Río.

26 giugno: Dibattito dei deputati de L’Avana, Mayabeque, Matanzas e del municipio speciale Isola della Gioventù.

13 luglio: Terzo Periodo Ordinario di Sessioni dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare nella sua IX Legislatura. ( GM – Granma Int.)