ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
López Miera ha risaltato che con Maceo lottarono molti cinesi che hanno lasciato un’impronta per la loro abnegazione combattiva e le loro convizioni rivoluzionarie. Photo: Archivo

Il primo viceministro delle Forze Armate Rivoluzionarie, generale di corpo d’Esercito Álvaro López Miera, ha rievuto la mattina di ieri, martedì 14, il  direttore del Dipartimento del Lavoro  Politico della Commissione Militare del Partito Comunista della China, ammiraglio Miao Hua, che ha iniziato una visita di lavoro a Cuba con l’obiettivo di scambiare esperienze nel campo del  lavoro politico-ideologico e culturale.
La cerimonia di ricevimento ha compreso un omaggio dei due ufficiali alla memoria di Antonio Maceo e Francisco Gómez Toro nel Mausoleo del Cacahual, nella quale è stato ricordato il gesto libertario dei cubani contro il colonialismo, e quanto gli esempi degli eroi sono valide armi per la distruzione delle menzogne ideologiche che gli imperi lanciano ai popoli del mondo.

Photo: del autor

López Miera ha risaltato che con  Maceo lottarono molti cinesi che hanno lasciato un’impronta per la loro abnegazione combattiva e le loro convinzioni rivoluzionarie e che, come dice un adagio uscito dalle guerre di liberazione cibane« non è mai esistito un cinese traditore o un cinese vigliacco».
Miao Hua ha ringraziato per l’accoglienza offerta da Cuba e per le spiegazioni sulla storia delle gesta d’indipendenza e ha detto che l’esempio degli eroi ha sostenuto per decenni il morale dell’Esercito Rosso del suo paese.
«Siamo ansiosi di lavorare insieme nella sfera politica e apprendere dalle vostre esperienze sul lavoro con la storia», ha assicurato.
La Repubblica Popolare della  Cina e Cuba mantengo un’ampia relazione politica ed economica  radicate nelle tradizioni di lotta delle due nazioni e nelle vittorie conquistate dai loro popoli, un legato importantissimo per
le nuove generazioni. ( GM – Granma Int.)