ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Il Ministero degli Interni ha informato che le autorità cubane in cooperazione con quelle della Costa Rica hanno organizzato il ritorno del cittadino cubano Neftaly García Testa, in risposta alla circolazione internazionale d’arresto emessa dall’ufficio dell’Interpol a L’Avana e alla richiesta d’estradizione presentata dalla Procura Generale della Repubblica con il Tribunale Supremo Popolare e il Ministero delle Relazioni Estere.

Come risultato delle azioni di confronto del Ministero degli Interni, García Testa è stato identificato come organizzatore di invii di droghe frustrati nel territorio nazionale tra il 2011 e il 2016, attività per le quali sono state condannate 16 persone dai tribunali cubani - sette di nazionalità costaricense - con pene di privazione di libertà tra 10 e 20 anni di reclusione per il reato di traffico di droga in corrispondenza con la loro partecipazione ai fatti.

Cuba riafferma la sua disposizione di continuare a rinforzare la cooperazione giudiziaria e della polizia internazionale con altri paesi, in accordo con i convegni multilaterali e bilaterali adottati.

Inoltre reitera che non ci sarà impunità per quei delinquenti che dentro e fuori dal paese tentano di lucrare con la vita del nostro popolo e incentivare il traffico e il consumo di droghe, motivo per il quale manterrà la sua politica irreversibile di tolleranza zero e il compimento stretto della legalità socialista ( Minit/ GM – Granma Int.)