ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

«Nella tappa iniziale di commercio, l’Hotel Iberostar Holguín porta a 638 i numero delle abitazioni disponibili nel Polo Turístico di Holguín, marcando così  una nuova tappa di crescita di edifici lussuosi e di servizi d’alto lvello in questa
provincia.
Ubicato a Playa Pesquero, a 37 Km.  dalla capitale provinciale, l’hotel è il primo cinque stelle categoria  Selezione che la prestigiosa catena alberghiera spagnola opera in Holguín e si somma ai 20 hotels che gestisce in Cuba.
L’opera è stata costruita seguendo concetti d’architettura moderna con elementi di razionalismo, ha segnalato l’architetta Nilvia Pérez Rodríguez, progettista generale dell’Unità di Disegno del Vertice, impresa dei Servizi d’Ingegneria e Disegno di Holguín.
Gli edifci spiccano per i loro volumi puri, con grandi piani, elementi e infissi di vetro che offrono trasparenza verso l’interno, e gallerie e terrazze combinate con giardini e altri spazi aperti.
«Esiste una forte relazione tra i concetti formali dell’architettura, il disegno degli interni e il paesaggio, ottenendo proposte equilibrate per i differenti ambienti che, nello stesso tempo rnarcano il carattere esclusivo e accogliente delle installazioni, in accordo con la sua categoria»,  ha sostenuto.
Vincolata direttamente al progetto tecnico e all’esecuzione dell’opera nei due anni circa di costruzione rivela che  l’affascinano le viste concepite, perchè da quasi tutti gli angoli dell immobile e dalle aree esterne si può apprezzare il mare nel suo contrasto con l’ambiente.
Il complesso occupa un’area totale di  24,6 ettari davanti all’Atlantico, che in accordo con rigorosi studi precedenti, crea le condizioni per il gradevole clima della zona. Lì abbondano le scogliere d coralli belli e ricchi con la loro biodiversità, elementi perfetti per far sì che, rispettando le norme di protezione dell’ambiente, ottenga notorietà la pratica degli sport nautici con altre attività turistiche.    

CON TUTTO IL NECESSARIO
Concepito per prestare serviz conlamodalità de Tutt cmpreso lhtel dipsone di nuemrosi elementi strutturalai tr ai qualispiccnao una usite presidenziale bungalows con 108 abitazioni), l’edificio principale, l’edificio per il servizio Star Prestige, sei ristoranti, quattro piscine, l’area per i bambini  che include un parco acquatico;  ranchón e bar in spiaggia, il punto nautico, il gazebo per i matrimoni e punti per il noleggio di moto, automobili e biciclette.
Nilvia Pérez ha elogiato la visione integrale del gruppo di 21 architetti e
Ingegneri civili, idraulici, elettricisti e meccanici che hanno lavorato al progetto e hanno dato seguimento nella tappa di costruzione dell’installazione.
«Il disegno ha seguito le richieste dell’investitore. Per esempio ci hanno chiesto d’ubicare in una delle aree dell’edificio principale i ristoranti specializzati gourmet, mediterraneo e giapponese.  Questo ha a che vedere con l’esperienza fatta nello sfruttamento delle altre opere già finanziate», ha spiegato.
In questo edificio ci sono anche l’area pubblica commerciale e ricreativa più importante dell’Hotel e parte delle installazioni amministrative. L’elenco include tra  vari elementi il lobby, lobby bar, le sale polivalente e d’animazione,  gli spazi per giochi da tavolo, il music bar, cigar bar, salone di bellezza  negozio.
«La distanza dalle differenti aree delle abitazioni è praticamente la stessa.
È una virtù delle relazioni funzionali generata tra gli obittiv del’opera».

In quanto all’edificio per il servizio Star Prestige, solo per adulti
e con zone e attenzioni esclusive, commenta: «Copre l’alto standard di
confort domandato dai clienti che si alloggiano lì. Ci sono grandi spazi con poche divisioni fisiche, che sono pannelli in forma di rete o gelosie e cortine d’acqua».
Più vicini possibile alla linea di costa ci sono il punto nautico e il bar in  spiaggiache considerano le regole vigenti, come il resto degli edifici, che la legge definisce Zona di Protezione della Costa.
«Anche se larea scelta ha sofferto l’impatto negativo di alcune attività umane, abbiamo realizzato l’identificazione precedente degli spazi con vegetazione vergine, suggerendo tutte le possibili soluzioni per conservarle», ha dettagliato
Nilvia.

SICURA COMPETENZA

«L’hotel è stato costruito con il metodo di disegno e costruzione, che accorcia i tempi di messa in marcia dell’investimento, perchè permette d’iniziare la preparazione dell’opera prima del termine del progetto» ha spiegato l’ingegnere idraulico Rafael Torralbas Macle, direttore aggiunto di Vértice.
«La nostra unità di gestione e direzione della costruzione, con un’ampia
esperienza in questo modo di fare, è stata molto attenta con l’utilizzo del bilancio disponibile, i tempi di consegna di ogni oggetto dell’opera e l’applicazione del sistema di controllo della qualità».
«Sono stati assunti gli esecutori principali: le imprese della costruzione di
Opere d’Architettura No. 19 e di Opere Industriali No. 9, tutte e due di
Holguín.  Inoltre sono state noleggiate attrezzature indipendenti come le grandi gru, il rifornimento di aridi e altri materiali nazionali. È stata affidata l’importazione di mezzi per equipaggiare e ammobiliare l’Hotel, perchè la sua consegna era accordata con la “modalità chiavi in mano”.
«L’impresa è totalmente adatta per eseguire dal principio alla fine un procedimento che per regola generale, ha assicurato, ha un impatto con le associazioni economiche internazionali che operano nel paese.
E non si tratta di un criterio  personale. L’Ufficio Nazionale di Normalizzazione due anni fa aveva certificato il sistema integrato di gestione dell’impresa (qualità, lavoro ambientale, controllo interno, salute e sicurezza dei lavoratori).
«Lo stesso Ufficio ci ha avallato il sistema di qualità di Disegno, che ha ricevuto anche il certificato della firma inglese Lloyds Register.
Le due entità realizzano anche un controllo annuale», ha aggiunto il dirigente.

ORME VISIBILI NEL LITORALE DI HOLGUÍN

Vértice e stata fedele alle sue intenzioni di manenersi in cima  alle
entità che contano nella crescita delle installazioni alberghiere nella regione
orientale. Uno sguardo retrospettivo al suo lavoro rivela che dal 1980 ad oggi ha progettato più di 5.000 abitazioni nel Polo Turistico di Holguín.
Le orme di un così fruttuoso lavoro partono da Gurdalavaca, nel municipio di  Banes. Lì ci sono inpiena attivitpa gli hotels Club Amigo Atlántico e Brisas Guardalavaca, accompagnati dai rispettivi villaggi, mentre avanza la costruzione del moderno Albatros, un promettente cinque stelle.
Nel  territorio del municipio di Rafael Freyre, in spazi che risaltano per le loro bellezze naturali, s trovano gli hotels Sol Río de Lunas y Mares, Río de Oro, Playa Pesquero, Playa Costa Verde, Fiesta Americana e Memories Holguín.
La stessa impronta creativa apppare negli hotels per il turismo di città, Ordoño y Plaza Colón, nella Villa Blanca di Gibara, capoluogo del municipio con lo stesso nome e s’estende sino alla città provinciale, contribuendo al riscatto, com’è avvenuto con i due casi segnalati di edifici patrimoniali trasformati oggi nel hotel Caballeriza e nel hostal Esmeralda, ai quali si sommerà, in un periodo prudenziale, l’hotel Saratoga.
Il prestigio accumulato nel disegno e costruzione è la chiave con cui Vertice accede a contratti con i più esigenti  clienti.  
Attualmente, in accordo con l’informazione condivisa con Rafael Torralba, un gruppo di architetti e di ingegneri in differenti specilità lavorano al progetto del primo hotel nella Penisola del Ramón de Antilla, dove
si costruiranno circa 19000 abitazioni nei prossimi anni. (GM – Granma Int.)