ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Durante la giornata sono stati firmati vari documenti. Photo: Jose M. Correa

Sono passati 24 anni da quella mattina di dicembre, quando Fidel e Chávez furono protagonisti di quello che sino ad oggi si conosce come “l’abbraccio” il punto di partenza per un’amicizia ispirata anche al pensiero di José Martí e Simón Bolívar.

E questo, venerdì 14, è stato dimostrato durante la chiusura della XIX riunione della Commissione Intergovernativa tra Cuba e Venezuela, dove è stato approvato dalle due parti il piano annuale di cooperazione 2019 formato da 22 progetti che coprono nove settori.

Ricardo Cabrisas, vicepresidente del Consiglio de Ministri di Cuba,

ha reiterato la piena e assoluta solidarietà del popolo e del Governo dell’Isola con la Rivoluzione Bolivariana, e ha denunciato le misure coercitive e

unilaterali che intorpidiscono la gestione dell’amministrazione di Nicolás

Maduro, al quale ha augurato successo nel suo prossimo periodo presidenziale.

Poi ha spiegato che l’incontro di venerdì 14 era stato preceduto da un ampio lavoro preparatorio con il fine di formare il Piano di Cooperazione, firmato a L’Avana.

Cabrisas ha spiegato che del totale dei progetti il 90% del finanziamento sarà destinato al rafforzamento dei servizi di salute e alla produzione di medicinali, anche se si presterà attenzione agli altri settori compresi nel Piano.

Ha detto che per la stesura di questo si è partiti dall’idea di orientare i progetti verso obiettivi altamente prioritari e con capacità reali della parti per realizzarli con efficienza.

Riferendosi ai risultati dell’anno scorso, il Vicepresidente del Consiglio dei Ministri ha detto che è stato realizzato un compimento soddisfacente dei progetti accordati, con speciale impatto nella sfera delle salute e nonostante la guerra economica che esercita l’imperialismo statunitense sul Venezuela e l’indurimento del blocco economico, commerciale e finanziario imposto dallo stesso impero a Cuba.

Questo dimostra «la capacità e la sostenibilità dell’Accordo di fronte alle situazioni avverse che le condizioni citate impongono», ha dichiarato, ed ha anticipato che nel 2019 si continuerà a lavorare per rinforzare le relazioni bilaterali partendo da iniziative che, insieme, sono state identificate e si continuerà la rotta che Fidel e Chávez progettarono per realizzare il benessere dei popoli di Nuestra America.

La vicepresidente esecutiva del Venezuela, Delcy Rodríguez intervenendo

ha detto che il suo paese sarà eternamente grato per la cooperazione cubana ed ha rivelato che in questi 18 anni di Accordo, nel suo paese hanno lavorato 220.000 collaboratori «che hanno lasciato le loro famiglie per dare amore al mio popolo».

Poi ha sottolineato che mentre il neofascismo che s’installa in Brasile ha deciso di danneggiare la salute di milioni di persone, in Venezuela dicono «grazie cari collaboratori per innalzare la dignità latinoamericana e caraibica».

Per la Vicepresidente della nazione sudamericana, venerdì è stato firmato un incarico di lavoro impegnato dei due popoli che si sono uniti nel legato di Martí e Bolívar per essere liberi.

*Il Piano di Cooperazione per il 2019 è formato da 22 progetti corrispondenti ai los programmi di:

servizi sanitari

rifornimento di medicinali

supporto elettrico

formazione di talento umano

promozione sportiva

promozione culturale

fomento agroalimentare

servizi d’appoggio all’Accordo

L’esecuzione degli accordi sarà a carico di dieci ministeri cubani e dieci venzuelani e i loro rispettivi organi esecutori.

Sono stati firmati contratti di tre dei progetti inclusi nel Piano:

Progetto per l’ Approfondimento della Politica Educativa nella cornice del Secondo Piano Socialista 2013-2019 e la rivoluzione della conoscenza, la scienza e la tecnologia nel Subsistema d’Educazione Basica Venezuelana.

Progetto per la Formazione di tecnici, prestazioni e consulenze per i servizi tecnici di elettromedicina nella rete del Ministero del Potere Popolare per la Salute.

Progetto Missione Barrio Adentro Sportivo. ( GM – Granma Int.)