ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Guardia d’onore e corone di fiori per salutare Alì Rodríguez Araque.

Il presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel,  ha lamentato la morte dell’ambasciatore  venezuelano nell’Isola, Alí Rodríguez Araque, ed ha inviato la sua solidarietà alla famiglia del grande rivoluzionario.
Sul suo importante ruolo svolto nella storia del Venezuela e di Cuba si sono pronunciati i  presidenti Miguel Díaz-Canel e Nicolás Maduro,  con parole di condoglianze nei loro accounts ufficiali di Twitter.
«Il nostro caldo abbraccio alla famiglia bolivariana che soffre la  perdita di un rivoluzionario esemplare, Alí Rodríguez Araque, ambasciatore  del Venezuela in Cuba. Guerrigliero, politico, intellettuale e latino-americanista, inseparabile da Cuba. Hasta siempre, fratello», ha commentato il dignitario cubano nella nota rete sociale.
Il mandatario venezuelano, nella stessa  piattaforma, lo ha definito un combattente instancabile. «La sua esperienza e onestà sono state un esempio per tutti noi».

I resti mortali dell’ambasciatore  del Venezuela in Cuba, sono giunti nel  paese sudamericano ieri mercoledì, provenienti da L’Avana.
La vicepresidente del Venezuela, Delcy ­Rodríguez,  ha guidato la cerimonia de ricevimento realizzata nell’aeroporto internazionale  Simón Bolívar de Maiquetía, nello stato Vargas.
Hanno partecipato alla solenne cerimonia, il cancelliere  venezuelano, Jorge Arreaza, e altri funzionari e diplomatici del Governo, così come l’ambasciatore di Cuba nella nazione sudamericana, Rogelio Polanco, ha informato Prensa Latina.
Come parte dell’omaggio, è stata realizzata una cerimonia nella cappella ardente per rendere onore al politico e avvocato, nella Casa Amarilla, sede della cancelleria venezuelana.
L’ Assemblea Nazionale Costituente (ANC), ha approvato unanimemente un accordo costituente in onore del rivoluzionario, nel quale si legge «Uomo leale, guerrierio di mille battagalie ed esempio di lotta instancabile per le presenti e le future generazioni, a favore della causa libertaria  del popolo venezuelano»,  ha  riportato la Venezolana de Televisión.
Alí Rodríguez Araque è morto il 19 novembre dopo una lunga lotta contro il cancro.
Per il suo impegno e il suo umanesimo costituisce un esempio per la sinistra   latinoamericana. avvocato, diplomatico e combattente rivoluzionario aveva svolto incarichi di grande importanza, come la direzione del ministero per l’Economia e Finanze, quello delle Relazioni Estere e della Segreteria Generale della Conferenza dell’ Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEP).
Il funzionario aveva svolto incarichi politici in Venezuela come deputato principale (1993) e senatore del Congresso (1998); e aveva fatto parte della commissione presidenziale di Vincolo di Energia  e Miniere dell’allora presidente Hugo Chávez (1999-2004). (GM – Granma Int.)