ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Riparazione delle case a Pinar del Río. Photo: Ronald Suárez Rivas

PINAR DEL RÍO.–Con la premessa che nessuno sarà abbandonato, le prime risorse destinate ai danneggiati dall’uragano  Michael sono già a Vueltabajo.
Il territorio si è proposto la meta di concludere entro quest’anno la totalità delle riparazioni  dei danni ai tetti provocati  dall’uragano.
Per questo si è lavorato celermente nella verifica dei danni, per poter iniziare quanto prima le consegne dei materiali.
Roberto Díaz Menéndez, presidente del Consiglio dell’ Amministrazione nel municipio di Pinar del Río,  ha spiegato  a Granma che nei 18 consigli popolari di questo territorio sono stati abilitati gli uffici per le documentazioni e per evitare che le persone si debbano spostare per lunghe distanze per realizzare le gestioni pertinenti.
Il funzionario ha segnalato che lo Stato sussidierà la riparazione delle  180 facilità temporanee ( alloggi in prestito)  danneggiate durante il passaggio di Michael, nelle quali risiedono famiglie danneggiate da eventi meteorologici precedenti.
Inoltre si sussidierà la costruzione di facilità temporanee per coloro che hanno sofferto il crollo totale e pr quei casi nei quali non ci sono possibilità d’ acquisto dei materiali direttamente, e di optare per un credito bancario per ricostruire le case.
Nel caso dei crolli totali o parziali delle case s’includerà anche il programma di recupero degli uragani che come ha annunciato la direzione del paese riceverà un impulso a partire del 2019.
Díaz Menéndez  ha segnalato che si tratta di una decisione necessaria considerando che nel municipio ci sono 1900 famiglie danneggiate da eventi meteorologici precedenti, che ancora non hanno avuto soluzione.
Di queste 100 vivono in facilità temporanee in cattivo stato.
In totale, nella provincia sono pendenti di soluzione almeno 10.800 danni provocati dagli uragani. (GM – Granma Int.)