ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Baracoa. Photo: Prensa Latina

Tour operatori e agenti di viaggi han coinciso che un buon numero di visitatori stranieri vuole conoscere questa regione dell’Isola e la prima città fondata dagli spagnoli in questo arcipelago.

Baracoa, per molti esperti, è la parte di Cuba che piace di più, soprattutto a coloro che hanno un piano di vacanze vincolate alla storia, le tradizioni e la natura o al turismo d’avventura e nella campagna.

Questa predilezione si spiega dal punto di vista d’andare nella prima città fondata dagli spagnoli in Cuba e anche perchè tutto è vicino: campagna, montagna, spiaggia, fiumi, avventura e natura.

Baracoa, chiamata la Prima Città, è situata nella provincia orientale di Guantánamo, che è molto affascinante, con un ambiente cubano molto attraente.

Questa città fu fondata il 15 agosto con il nome di Nuestra Señora de la Asunción de che aveva il titolo di rappresentante del Re di Spagna.

È l’insediamento più antico dell’Isola dall’arrivo degli spagnoli e deve il suo nome di Prima Città proprio a questo. Nel 1518 ricevette il titolo di città e fu la prima capiatale e il primo vescovado dell’Isola.

La delegata del Ministero del Turismo (Mintur) di Cuba nel territorio, Onelquis Ferrer, ha illustrato con i suoi dati sia il presente che il futuro immediato, promettente per questo luogo.

Lei, che rappresenta il turismo a Baracoa, ed anche la provincia capoluogo che è Guantánamo, ha segnalato che i primi prodotti che vendono sono di natura, cultura e storia, con il Parco Alejandro de Humboldt, uno dei più affascinanti del mercato cubano, che si deve allo scienziato tedesco che a suo tempo s’innamorò della regione e di Cuba.

Baracoa como tale è la principale destinazione di quest’area, con diverse attrazioni naturali e culturali, e questo spinge a voler conoscere il luogo, i suoi fiumi, le spiagge e la gente, la gastronomia autentica in cui sono presenti le tradizioni del cocco e del cioccolato.

Baracoa attualmente dispone di sette hotels e 505 abitazioni private per il turismo; a Guantánamo ci sono quattro hotels e Maisì due nuove installazioni nel Faro dell’estremo a est di Cuba.

Ci sono il Villaggio Punta di Maisí e il Faro di Maisí, tutto rifiorito dopo le inclmenze di poderosi uragani.

I principali mercati portatori d turismo per Baracoa e Guantánamo in generale sono Germania, Francia, Italia e Spagna, con l’arrivo ogni anno di 35.000 visitatori stranieri per Baracoa, e 60.000 per Guantánamo.

i turisti privilegiano alloggiare nelle case private con programmi di natura e cultura, percorrere sentieri , passeggiare in barca, conoscere il Parco del Yunque, il fiume Yumurí, la flora e la fauna del luogo in viaggi di due giorni, generalmente. ( GM – Granma Int.)