Un dialogo sincero con gente sincera › Cuba › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Díaz-Canel ha visitato la fabbrica delle conserve di Majagua. Photo: Estudio Revolución

FLORENCIA, Ciego de Ávila.– Il Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri, Miguel Díaz Canel Bermudes, è andato sino alle colline a nordest di las Villas, in questo municipio del Plan Turquino Bamburanao a parlare con gli abitanti della zona molto colpita nel mese di maggio scorso dalla tormenta subtropicale Alberto.
E dato che Cuba non è un paese di segreti, la mattina presto di ieri, gli abitanti del paese tra le montagne si sono riuniti a lato dello stadio del baseball, dove si supponeva sarebbe giunto il dirigente cubano. Ed effettivamente non si sbagliavano.
Alle  8:40 è sceso dall’aereo ed è andato verso la folla con le mani tese e molte domande  ed ha dialogato in uno scambio sincero con gente sincera.
Florencia ha la sua storia di combattimento e di vittoria, come primo paese dell’allora provincia di  Camagüey liberato con la forza dall’Esercito Ribelle comandato da Camilo, il 14 dicembre del 1958, ed anche per essere il primo territorio in Cuba che vinse  la battaglia per il sesto grado e il secondo  per il nono grado scolastico.
Gli abitanti, recentemente, sono stati obbligati ad affrontare situazioni eccezionali relazionate al cambio climatico, prima quelle create dall’uragano Irma nel settembre del 2017 e poi dalla tormenta subtropicale Alberto.

La Escogida Abras Grandes appartiene all’Unità delle Imprese di base di beneficio del tabacco, a Florencia. Photo: Estudio Revolución

Quest’ultima ha provocato forti danni nell’agricoltura del territorio, sopratutto nei campi coltivati a tabacco, con perdite calcolate in almeno 12 milioni di pesos, includendo 72 ettari già seminati e perduti totalmente, ai quali si devono aggiungere  307.136 pali di foglie messe a seccare avariati. Tutti questi danni sono stati rimediati in maggioranza, anche se resta ancora molto da fare.
Accompagnato da Félix Duarte Ortega, membro del Comitato Centrale e primo segretario del Partito a Ciego de Ávila, e da Raúl Pérez Carmenate, presidente dell’Assemblea Provinciale del Potere Popolare dello stesso territorio, ha visitato il ponte del Lowrey, molto danneggiato dalla forza delle acque.
Lì è sceso sino a letto del fiume per parlare con i lavoratori della Brigata 2 di Opere varie di Ciego de Ávila,  che hanno assicurato al dirigente che per il 15 agosto prossimo l’opera sarà totalmente ricostruita.
Nella derivazione del fiume Jatibonico del Nord,  che apporta l’acqua all’Idro Complesso Liberación de Florencia (il più grande della provincia con capacità per conservare 80 milioni di metri cubi, Díaz Canel si è interessato a come funziona l’opera ed ha suggerito «Di realizzare studi per adeguare il disegno dell’Idro Complesso e impedire danni all’infrastruttura costruita, prevedendo nuove inondazioni sempre più ricorrenti per via del cambio climatico», ha detto.

Il presidente cubano ha definito il paese di Florencia “nobile, educato, lavoratore e molto disciplinato”. Photo: Estudio Revolución

Più in alto,  andando verso la comunità del Lowrey, dove il fiume Jatibonico del Nord è straripato, giungendo all’altezza dei pali dell’elettricità, si è fermato nella Escogida Abras Grandes, che appartiene all’Unità delle imprese di Base di beneficio del tabacco, in Florencia.
Il presidente di Cuba si è interessato alle condizioni del lavoro e del salario che ricevono i lavoratori, in maggioranza donne, ed ha ascoltato aneddoti relazionati ai problemi meteorologici avvenuti tra il 26  e il 28 del mese di maggio scorso.
Irma Martínez Martínez (Mañi), un’anziana di 80 anni, nata nella zona, ha detto che non aveva mai visto prima qualcosa di simile.
Ha commentato amabilmente al presidente e al suo gruppo, che lei si è incaricata del cagnolino della casa e che con una parte della famiglia è stata obbligata a lasciare la sua confortevole casa per riparare in una capanna di foglie di palma là sulla cima della collina.
Superato un angusto sentiero di montagna totalmente riparato, Díaz-Canel si è  fermato a  Boquerones, dove il 5 e il 6 ottobre del 1958 fece il campo il comandante Camilo Cienfuegos, prima della battaglia di  Yaguajay, nel dicembre del 1958.
Nel ritorno ha visitato a fabbrica di conserve di Majagua ed ha parlato con gli abitanti che ha  definito “nobili, educati, lavoratori e molto disciplinati.
Florencia è stato il municipio più danneggiato di  Cuba dalla  precedente siccità ma oggi presenta una situazione favorevole per via dei bacino artificiali pieni.
Nel maggio scorso sono state registrate precipitazioni sul territorio equivalenti al 330 % della media storica, che ha  stabilito il quinto mese dell’anno come il più piovoso degli ultimi trent’anni.

MARCIA BENE IL  RECUPERO A CIEGO DE ÁVILA

Al termine del percorso per Florencia, el Presidente cubano ha presieduto una riunione con il Gruppo Temporaneo di Lavoro per il recupero dai danni dell’ uragano Irma e della tormenta subtropicale Alberto, alla quale ha partecipato anche Salvador Valdés Mesa, membro del Burò Politico del Partito Comunista di Cuba e primo vicepresidente dei Consigli di Stato  dei Ministri.
Il Presidente dell’Assemblea Provinciale del Potere Popolare ha spiegato che Irma ha danneggiato nella provincia 31.540 case ma che il  58,1 % è gia`stato ristrutturato.
Il dirigente si è interessato anche alla marcia del recupero del settore agricolo, in particolare dell’Impresa Agricola e dell’Allevamento La Cuba, che rifornisce alimenti alla maggioranza dei poli turistici del paese. (GM – Granma Int.)