ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
La Cancelliere colombiana, María Ángela Holguín. Photo: Prensa Latina

La cancelliere colombiana, María Ángela Holguín, e l’Alto Commissario per la Pace, Rodrigo Rivera, hanno raggiunto Cuba per rinforzare il gruppo dei negoziati con il  ELN.
La delegazione governativa vuole accelerare le firme degli accordi, nel quinto ciclo di dialogo che terminerà domani, venerdì 15 giugno.
La stampa ha saputo che il proposito è accelerare  la firma di un nuovo cessate il fuoco bilaterale prima della seconda tornata delle elezioni presidenziali del 17 giugno ed avanzare nel definizione di un nuovo accordo che permetta al prossimo presidente del paese di realizzare “un accordo finale che garantisca che la pace sia completa e irreversibile”, hanno comunicato le fonti ufficiali.
Il capo dei negoziati del governo colombiano a L’Avana, Gustavo Bell, ha anticipato che dalla capitale cubana si stanno facendo tutti gli sforzi possibili per giungere a un cessate il fuoco bilaterale che permetta non solo di sviluppare i punti dell’agenda, ma anche di salvare vite.
L’Esercito di Liberazione Nazionale (ELN) della Colombia ha dichiarato da lunedì scorso un cessate il fuoco unilaterale nel contesto della seconda tornata delle elezioni presidenziali.
Abbiamo deciso di decretare una nuova sospensione delle nostre operazioni militari, partendo dall’ora zero di venerdì 15 giugno  e sino alle 24.00 di martedì 19, per facilitare la partecipazione dei colombiani alle elezioni, ha annunciato la guerriglia nella sua pubblicazione digitale Voces. (PL/ GM – Granma Int.)