ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Assemblea Nazionale del Potere Popolare. Photo: Juvenal Balán

Un bilancio dei risultati del lavoro nella precedente legislatura e l’analisi delle direttive per il periodo 2018-2023, sono state il piatto forte dell’agenda, ieri lunedì 4 giugno, per i deputati cubani che sono riuniti nelle 10 commissioni

dell’ Assemblea Nazionale del Potere Popolare.

Nel Palazzo delle Convenzioni de L’Avana, dove da sabato si svolge la sessione straordinaria convocata dal Consiglio di Stato, si è svolto nel pomeriggio di ieri anche un incontro con tutti i ministeri.

L’obiettivo è che i rappresentanti del popolo ricevano informazioni sulle funzioni degli organismi dell’amministrazione centrale dello Stato e delle organizzazioni relazionate alle sfere che ogni commissione attende, nella cornice dell’implementazione delle Linee di Politica Economica e Sociale del Partito e della Rivoluzione.

Sabato 2 giugno si è svolta una Sessione Straordinaria dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare. L’ordine del giorno includeva l’approvazione dell’ integrazione delle commissioni permanenti dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare e dei gruppi parlamentari d’Amicizia; l’analisi del Dictamen sull’esperimento che si realizza nelle province di Artemisa e Mayabeque e l’approvazione del processo di Riforma Costituzionale e della Commissione formata dai deputati, incaricata d’elaborare e presentare il progetto della Costituzione della Repubblica.

Domenica 3, nella riunione generale, nel Palazzo delle Convenzioni, sono state offerte informazioni di preparazione per il miglior disimpegno dei loro incarichi. In questa occasione sono stati spiegati i temi relazionati al Procedimento Legislativo in generale e con la Riforma Costituzionale in particolare; le attribuzioni e il funzionamento dell’Assemblea Nazionale, del Consiglio di Stato e delle Commissioni Permanenti di Lavoro. ( GM – Granma Int.)