ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
La stella marina al momento del ritrovamento. FOTO: Cortesía di Carlos R. Borges Sellén

RODAS, Cienfuegos.- La sola scoperta di una stella di mare fossile del Cretaceo è avvenuta nel municipio de Rodas ed è stata trovata dall’investigatore e membro della società cubana di Geologia, Carlos Rafael Borges Sellén, che ha dichiarato a Granma che il ritrovamento è avvenuto nella fattoria Aguadita, a sei chilometri dal capoluogo municipale di Rodas, in provincia di Cienfuegos, come

parte della localizzazione di nuovi luoghi nell’interessante Regione Paleontologica Damují.

La stella che ha un diametro di quattro centimetri, è stata trovata ai margini di un torrente in questa fattoria, dov’erano stati registrati affioramenti di strati creatacei composti da sabbia polimictica a granelli sottili, accompagnata da una ricca fauna marina d’invertebrati microfossili.

Un’autorità in materia in Cuba, il Dottore in scienze Geologiche Reynaldo Rojas Consuegra, ha determinato che il fossile è l’esemplare più antico di questo tipo d’organismo conosciuto nell’arcipelago e inoltre l’unico del periodo Cretaceo.

Si conoscevano solo due rapporti scientifici precedenti di stelle fossili, realizzati nel XX secolo dal noto paleontologo Mario Sánchez Roig, consistenti in due specie : la Nymphaster miocenicus e la Stauranderauster sanchezi, tutte e due geologicamente più giovani, risalenti al periodo terziario. ( GM – Granma Int.)