ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Un Pappagallo dalla fronte bianca. Una novità sino ad ora inesistente nel paese. Photo: Internet

Le fonti del Giardino Zoologico dell’Isola hanno informato che un gruppo di 42 animali di 13 specie è già arrivato a Cuba come parte di uno scambio con lo Zoo La Aurora, del Guatemala.
Nella collezione ci sono tre tigri del Bengala, antilopi Orix Cimitarra e varie specie di primati, la scimmia ragno, la scimmia cappuccino e il babbuino Anubis, ha informato Prensa Latina.
Un comunicato del  Complesso del Parco Zoologico Nazionale (CPZN),  ha informato a sua volta che le specie ricevute arricchiranno le collezioni dei distinti zoo del paese con una proiezione di futuro.
Inoltre risalta il significato d’incrementare la presenza dei primati e il recupero di altri, come nel caso dell’antilope Orix Cimitarra, perduta nelle esibizioni cubane anni fa.
Incrementano la lista degli  animali vari uccelli, tra i quali esemplari di cigni neri  e varie specie di pappagalli, tra questi quello con la fronte bianca inesistente sino ad ora nell’Isola.
Per le entità scientifiche cubane lo scambio offre la possibilità di recuperare le specie, la loro produzione e conservazione senza danneggiare l’ambiente dove vivono molte di queste, perchè non si tratta dell’estrazione diretta da questi.
Il testo segnala che questa donazione ha dei precedenti realizzati durante la celebrazione del Congresso dell’Associazione Latinoamericana  dei Parchi Zoologici e degli Acquari  (ALPZA) realizzato in  Colombia nel 2016.
La sua definizione è stata definita durante un incontro successivo, nel 2017 a L’Avana.
Una volta conclusa questa tappa d’arrivo, ricevimento e quarantena, si realizzeranno scambi simili con gli zoo messicani, segnala la nota dell’entità, che si trova nel municipio di Boyeros, una zona con una topografia molto variata che permette un miglior  adattamento degli animali.
Il CPZN, che ha la fortuna di mostrare esemplari di quasi tutti i punti del pianeta, all’inizio di questo decennio aveva ricevuto una donazione dalla Namibia, di 144 animali di 22 specie.
Il loro trasferimento fu chiamato “Operazione Arca di Noè”, perchè includeva la consegna di antilopi, elefanti, rinoceronti, avvoltoi, struzzi, iene, leoni, leopardi, porcospini, volpi con le orecchie da pipistrello, tra i più significativi.
Nel dicembre del 2014 l’istituzione ricevette mandatari e rappresentanti dei paesi membri della Comunità degli Stati dei Caraibai - Caricom - che percorsero il luogo come parte delle attvità che precedettero il V Vertice del blocco, che si svolse a L’Avana. ( GM – Granma Int.)