ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

LAS TUNAS.— Fusi tra la popolazione che ha affollato Piazza della Rivoluzione Maggiore Generale Vicente García González, i membri del Coordinamento in Lombardia dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba (Anaic), docenti e allievi dell’Istituto Bertacchi e del Liceo Manzoni di Lecco, che per una settimana hanno realizzato fruttiferi scambi con due scuole di Las Tunas, hanno marciato per celebrare il Giorno Internazionale dei Lavoratori.

I visitatori hanno reclamato la fine del blocco economico, commerciale e finanziario imposto dagli Stati Uniti contro Cuba e l’esigenza dell’immediata restituzione del territorio di Guantánamo, illegalmente occupato dal governo degli USA.

“In Italia non si vede niente di simile, nè in altre occasioni e nemmeno il 1º Maggio! Vedere tutta la gente che sfila nelle piazze, nelle strade, è incredibile. Un’occasione unica per noi!», ha detto Agnese Pozzi, studentessa del liceo Manzoni.

Patrizia Grimoldi, giovane infermiera iscritta al Circolo di Lodi della Anaic, era felice tra i suoi compagni con i quali ha trascorso quattro giorni di lavoro volontario nella ristrutturazione della scuola speciale Jorge Alega Peña, di questa località, in solidarietà della XXXVI Brigata di Lavoro volontario Giovanni Ardizzone.

«Voglio tornare l’anno prossimo», ha affermato.

La delegazione lombarda ha poi assistito a una gala, martedì 1º maggio, preparata dalla Scuola Professionale d’Arte, El Cucalambé. (GM – Granma Int.)