ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Il Ministro delle Relazioni Estere di Cuba, Bruno Rodríguez Parrilla, ha salutato il presidente Maduro nell’Aeroporto Internazionale José Martí. Photo: Ariel Cecilio Lemus

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro Moros,  ha concluso nella notte di domenica 22 una visita a Cuba, nella quale sono stati ratificati i vincoli d’amicizia e cooperazione tra i due paesi.
Durante la sua visita nell’Isola grande delle Antille, destinata a ratificare i piani congiunti e apportare nuove idee per potenziare l’integrazione e lo sviluppo dei popoli,  Maduro si è riunito  nel Palazzo della Rivoluzione con  il presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri  d Cuba, Miguel Díaz-Canel.
Poco prima il mandatario bolivariano aveva posto una corona di fiori davanti al monumento all’Apostolo cubano, José Martí, in Piaza della Rivoluzione della capitale.
In  una dichiarazione alla stampa, il mandatario bolivariano ha assicurato d’essere venuto a Cuba per porre le fondamenta alla vera unità, indipendenza e  liberazione del XXI secol,o che si poggia sull’integrazione economica che si costruisce.
Le relazioni tra Cuba e il Venezuela sono caratterizzate da profondi vincoli di amicizia  e fraternità.
Questi legami fondati dal Comandante Hugo Chávez e dal leader storico della Rivoluzione  Cubana, Fidel Castro,  sono stati continuati da  Maduro e dal Generale d’Esercito, Raúl Castro.
L’Avana e Caracas sono tra i principali paesi che stimolano un nuovo tipo d’integrazione basata nella solidarietà e la complementarità, la cui massima espressione è l’alleanza bolivariana per i popoli di Nuestra America. ( GM- Granma Int.)