ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Lula appare il favorito per le elezioni. Photo: Prensa Latina

Il Ministero delle Relazioni Estere della Repubblica di Cuba denuncia la detenzione con fini politici del  compagno Luiz Inácio “Lula” da Silva, che costituisce un fatto gravissimo  perchè impedisce che il leader più popolare del Brasile sia candidato alla presidenza di questo paese.
Il Ministero delle Relazioni Estere reitera la sua solidarietà con il compagno  Lula Da Silva, vittima di un’ingiusta persecuzione criminale giudiziaria e mediatica che ha il proposito di criminalizzare un leader emblematico  di Nuestra América e  le forze politiche e sociali che hanno intrapreso il cammino per un Brasile più giusto.
Con la detenzione di Lula si aspira ad annullare i progressi e le conquiste sociali  dei governi del Partito dei Lavoratori tra le quali l’aver tolto dalla povertà milioni di brasiliani.
Al compagno Lula e al popolo brasiliano non mancherà l’appoggio di governi, organizzazioni, forze politiche e movimenti sociali in numerosi paesi di tutte le regioni.

L’Avana, 7 aprile del 2018 ( GM – Granma Int.)