ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Bruno Rodríguez Parrilla e il cancelliere saudita Questa è la prima visita di un cancelliere saudita a Cuba. Photo: Prensa Latina

Il ministro delle Relazioni Estere di Cuba, Bruno Rodríguez Parrilla e il suo omologo saudita, Adel al Jubeir, hanno coinciso che le due nazioni avvertono il comune interesse d’accrescere e approfondire i vincoli bilaterali, durante un incontro realizzato la mattina di ieri, lunedì 2 aprile, a L’Avana.
«Il re Salmán bin Abdulaziz  e il presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri di Cuba, Generale d’Esercito Raul Castro Ruz, hanno espresso l’interesse comune di continuare ad accrescere e approfondire i vincoli tra i nostri paesi», ha detto il cancelliere cubano Bruno  Rodríguez, che ha ribadito la volontà del  governo dell’Isola di continuare ad avanzare in questo senso.
«Senza dubbio questa è la prima visita di un cancelliere saudita in Cuba e contribuirà allo sviluppo di questi vincoli», ha affermato.
Poi ha approfittato dell’opportunità per ringraziare i governo saudita per l’ospitalità offerta alle delegazioni cubane che hanno visitato il Regno e in particolar quella guidata dal vicepresidente Ricardo Cabrisas Ruiz nel 2017.
«Il governo e il popolo  di Cuba apprezzano i progetti aperti con il Fondo di Sviluppo Saudita. D’altra parte ci compiace constatare anche il progresso delle relazioni  in altri ambiti come i servizi medici cubani in questo pese arabo».
Rodríguez Parrilla ha aggiunto che l’arrivo del suo omologo  saudita è un’ opportunità per reiterare l’appoggio  di Cuba alle cause giuste dei popoli  arabi e in particolare la causa palestinese.
Poi ha espresso il desiderio di Cuba di pace e prosperità per regione del Medio Oriente.
Adel al Jubeir ha detto di sentirsi compiaciuto con questa visita a L’Avana ed ha ringraziato  per il ricevimento della  parte cubana.
«La direzione dell’Arabia Saudita ha un forte desiderio d’approfondire i vincoli tra Cuba e il Regno in tutti i campi», ha riferito.
«Il rispetto della sovranità dei paesi e della legalità internazionale, e il principio di non interferenza nei temi interni delle nazioni sono vincoli essenziali che ci uniscono», ha aggiunto.
Al Jubeir ha spiegato che i due paesi hanno lavorato per aumentare gli investimenti e la collaborazione in differenti campi e per incrementare le consultazioni e gli scambi su temi comuni dell’arena internazionale.
«Valutiamo la ferma posizione cubana con la causa palestinese, che si mantiene da quattro decenni»,  ha concluso.