ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Vilma-Espín e Mariana-Grajales Photo: Archivo

Santiago di Cuba.- L’omaggio reso  a Mariana Grajales, madre di tutti i cubani, e a Vilma Espín, l’eterna presidente della Federazione delle Donne Cubane (FMC), è stata l’attività principale per le santiaghere nel Giorno Internazionale della Donna, l’8 marzo.
Come parte dell’omaggio è stata realizzata una marcia dal busto eretto all’insigne patriota nel Paseo Martí, sino al cimitero patrimoniale Santa Ifigenia, della città dove riposano i resti della madre dei Maceo, con i padri fondatori della nazione.
 Ugualmente hanno marciato le donne di Mayarí dal Museo Storico sino al Mausoleo degli Eroi e dei Martiri  del II Fronte Orientale Frank País, che custodisce le ceneri dell’eroina della Sierra e del Piano, che fu combattente in questo nucleo guerriglierio durante la guerra di liberazione nazionale.
Yuleidis Vega Blanco, segretaria generale della FMC nella provincia di Santiago di Cuba, ha detto che durante la giornata si sono svolti seminari sulla vita e l’opera di Mariana Grajales e Vilma Espín, per perpetuare il loro legato tra le nuove generazioni.
Inoltre sono state elogiate le donne più meritevoli di diversi settori della vita socio-economica, soprattutto quelle che lavorano come delegate del Potere Popolare e ci sono stati incontri tra federate fondatrici e giovani,  per trasmettere le loro esperienze e garantire la continuità dell’organizzazione femminile. ( GM – Granma Int.)