Sempre per Cuba e anche rendere omaggio a José Martí › Cuba › Granma - Organo ufficiale del PCC
ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

L'invito a partecipare al tributo a José Martí e Pérez, apostolo dell'indipendenza di Cuba, nel 165mo anniversario della sua nascita il 28 gennaio 1853 è stato il saluto dei diplomatici cubani all’evento«Sempre per Cuba», che ha radunato la comunità cubano-italiana a Roma e amici dell'America Latina.
Nell’ area del parco Laghetto del EUR a sud di Roma, in cui si trova il busto di Martí, renderemo omaggio il 26 gennaio all'uomo di pensiero latino-americanista e straordinario combattente per la pace, ha detto Jorge Luis Alfonzo Ramos, Ministro Consigliere dell'Ambasciata di Cuba in Italia, in presenza del Console Generale Dick Hernandez Falcon.
Proprio dall'autore dei Versos Sencillos sono stati cantati i versi durante la controversia canora tra gli artisti Monica Marziota e Teresa Lafauries che hanno improvvisato un’originale versione della Guantanamera, a cui hanno partecipato i musicisti italiani Martino Onorato (pianoforte) e Matteo Pezzolet (contrabasso), assieme al percussionista cubano Agustín Ramírez Salas.
L'Associazione Culturale «Mundo Cubano» ha celebrato questa Domenica i 59 anni della Rivoluzione cubana con musica, ballo e le tradizioni culinarie; e per l'occasione la giovane cantautrice Marziota, Lunezia International Pop 2017 Award, ha eseguito brani del suo repertorio d'autore, altri antologici pezzi a firma del suo nonno Julio Valdés«Cobarde» che ha fatto parte della generazione del Buena Vista Social Club e famose canzoni italiane e latino-americane.
Inoltre al DJ Miki, la cubanissima Teresa Lafauris "Mamichuly" con la sua energia, ritmo e vigore ha interpretato un repertorio che ha coinvolto nel ballo un centinaio di fans che si sono riuniti nel Casale Luciano Gentili a Roma.
“Questo primo evento del 2018 è stato l'occasione per condividere e godersi in famiglia l’energia cubana assieme agli italiani e ai latinoamericani che riconoscono la Maggiore delle Antille come punto di riferimento nella cultura e nella politica dei diritti sociali”, ha detto Liriaudys Martí, coordinatrice degli associazioni di cubani residenti nel centro-sud d’Italia e presidentessa di Mundo Cubano.