ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Alla fine dell’anno, con una temperatura media nazionale di 0,53 gradi Celsius al di sopra della media storica di 25,49 gradi, il 2017 è risultato il dodicesimo anno più caldo in Cuba dal 1951 ad oggi.

Le informazioni offerte dal Centro del Clima dell’Istituto di Meteorologia nel Bollettino di Vigilanza del Clima, corrispondenti allo scorso mese di dicembre, sostengono che l’anno appena terminato è stato caratterizzato dalla presenza di anomalie calde nella maggioranza dei mesi, soprattutto gennaio e febbraio e durante la tappa giugno – settembre.

In maniera particolare la canicola si è fatta sentire con maggior rigore in giugno, luglio e agosto, con valori di temperature medie superiori ai 28 gradi, presentando inoltre la quantità più elevata di giorni con condizioni di calore intenso.

Con una temperatura media annuale superiore di 1,06 gradi al valore normale, l’anno 2017 se mantiene come il più «caldo» registrato nel nostro arcipelago negli ultimi 65 años, seguito dal 1998.

Il record nazionale assoluto di calore è stato di 38,8 gradi, stabilito a Jucarito, in provincia di Granma, il 17 aprile del 1999. (Traduzione GM – Granma Int.)