ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Photo: Jose M. Correa

Nella notte di mercoledì è arrivato nell’Isola il presidente della Serbia, Aleksandar Vucic, che realizzerà una visita ufficiale di diversi giorni.
Al suo arrivo nell’Aeroporto Internazioale  José Martí della capitale, è stato ricevuto dal vice ministro delle Relazioni Estere, Rogelio Sierra Díaz.
Il programma della visita ufficiale del mandatario europeo include conversazioni ufficiali con il Generale d’Esercito Raúl Castro Ruz, Presidente dei  Consigli  di Stato e  dei Ministroi; un incontro con il titolare dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare, Esteban Lazo Hernández, e la visita dell’ esposizione  fotografica «Fidel e la politica estera  della Rivoluzione Cubana», dedicata al Comandante in Capo.
Inoltre, Vucic offrirà una confrenza magistrale nell’ Aula Magna dell’ Università de L’Avana.
Recentemente, il Capo  di Stato serbo  ha affermato che le buone relazioni politiche che esistono tra le due nazioni devono contribuire allo sviluppo della cooperazione economica e in questo stesso contesto si è riferito alle possibilità esistenti nel settore agricolo e dell’allevamento, la medicina e l’industria farmaceutica.
La su visita nell’Isola risponde ad un invito del suo omologo cubano Raúl Castro Ruz.

LE RELAZIONI BILATERALI AVANZANO  

Il prossimo anno si arriverà al 75º  anniversario  dell’inizio  delle relazioni diplomatiche ininterrotte e attualmente i vincoli bilaterali sono a un buon livello. Cuba ha la volontà di continuare a rinforzare i legami d’amicizia e di rispetto con la Serbia.
Anche se le relazioni economiche e commerciali oggi sono limitate, tra le due nazioni esistono potenzialità per il loro incremento, soprattutto nei settori farmaceutico e biotecnologico.
Per questo è prevista durante il soggiorno del mandatario la firma dell’Accordo Intergovernativo di Cooperazione tra Cuba e Serbia, nell’ambito dei medicinali e dei prodotti sanitari. ( Traduzione GM - Granma Int.)