ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA

Questa intenzione del Governo degli Stati Uniti di modificare lo statuto storico di Gerusalemme vulnera gli interessi legittimi del popolo palestinese e delle nazioni arabe e islamiche e provocherà gravi conseguenze per la stabilità e la sicurezza in Medio Oriente.
Aumenterà ancora di più le tensioni  di questa regione e impedirà qualsiasi sforzo incamminato a riannodare le conversazioni di pace tra israeliani e palestinesi.
Cuba chiama il Consiglio di Sicurezza a compiere le responsabilità che gli concede la Carta della ONU nel mantenimento della pace e della sicurezza internazionale e ad adottare le decisioni necessarie, di esigere da Israele la fine immediata dell’occupazione dei territori palestinesi, delle politiche aggressive e delle pratiche di colonizzazione, così come il compimento delle risoluzioni approvate da questo organo sulla situazione in Medio Oriente, includendo la questione Palestina.
Il Ministero delle Relazioni Estere ratifica che Cuba  continuerà ad appoggiare una soluzione  ampia, giusta e duratura pèr il conflitto palestinese - israeliano sulla base di una soluzione di due Stati che permetta ai palestinesi il diritto di libera determinazione e di disporre di uno Stato indipendente e sovrano, con la sua capitale in Gerusalemme orientale e le frontiere  precedenti il 1967.

6 dicembre del 2017 ( Traduzione GM – Granma Int.)