ORGANO UFFICIALE DEL COMITATO CENTRALE DEL PARTITO COMUNISTA DI CUBA
Teresa Amarelle Boué, Membro del Burò Politico, Segretaria Generale della FMC, Seggio elettrorale Nº 3, 1 e 16, Playa.- Foto:* Dunia Álvarez Palacios

Dopo aver esercitato il suo diritto al voto, Teresa Amarelle Boué, membro del Burò Politico e segretaria generale della FMC, ha detto alla stampa che la partecipazione della donna cubana nel processo rivoluzionario è stata tanto straordinaria  che è giusto che in queste elezioni ci siano tante di loro proposte come delegate del Potere Popolare.
«Abbiamo più di 9600 donne proposte, che sono il  35,4 % del totale dei candidati», ha detto  dijo Amarelle Boué, aggiungendo che nel 63 %
delle  circoscrizioni del paese almeno una donna è stata proposta.
«Questo  è un riconoscimento per tutte le donne cubane, ma rappresenta anche il nostro impegno con la storia, con la Rivoluzione, con il nostro Comandante in Capo che è stato il primo a preoccuparsi per la partecipazione delle donne nelle elezioni», ha indicato.
 Amarelle Boué  ha segnalato che «Questa occasione ha un significato speciale perché è la prima volta che non ci sarà fisicamente Fidel, che non andrà in un seggio elettorale ad esercitare il suo diritto al voto come un cittadino qualsiasi, come un elettore qualsiasi».
« Senza dubbio, ha sottolineato, le donne partecipiamo a queste votazioni come mostra del nostro sostegno e della nostra lealtà a questo uomo straordinario che ha sempre fomentato il rispetto dei nostri diritti nella società ( Traduzione GM – Granma Int.)